Europa League, Benitez: Obiettivo primo posto nel girone, voglio recuperare Hamsik

Napoli, 10 dic. (LaPresse) - "Per me la partita più importante è la prossima, arrivare primi può essere importante. Dopo guarderemo le altre gare". Il tecnico del Napoli Rafa Benitez in conferenza stampa alla vigilia della sfida con lo Slovan Bratislava ha ammesso di essere concentrato sull'impegno di Europa League e non sulle prossime gare che vedranno i partenopei impegnati in campionato con il Milan e nella Supercoppa Italiana con la Juventus. "Sappiamo che queste gare saranno importanti, vogliamo essere più alti in classifica e vincere la Supercoppa ma la sfida con lo Slovan è la più importante ora - ha proseguito - Dobbiamo lavorare tutti insieme per raggiungere gli obiettivi". L'allenatore spagnolo ha proseguito parlando degli ultimi pareggi in campionato. "In molte partite la squadra ha avuto la partita in mano e creato tanto per vincere, ma alla gine per mancanza di mestiere nel gestire il risultato abbiamo pareggiato - ha sottolineato Benitez - Nell'ultima gara con l'Empoli abbiamo fatto sei tiri in porta in 23 minuti controllando la partita, poi abbiamo comemsso un errore e sono iniziati i problemi. Voglio un Napoli di qualità, che fa un buon calcio e vince le partite".

Il tecnico del Napoli ha parlato anche di Marek Hamsik, in difficoltà nelle ultime uscite e ancora lontano dai suoi standard. "Lui si impegna e lavora, i suoi numeri rispetto al passato sono anche meglio in certe cose - ha sottolineato - Non è chiaramente al livello a cui è abituato a giocare. E' un calciatore a cui manca fiducia, bisogna recuperarla durante le partite. Io voglio recuperare Marek, è un giocatore importantissimo. Per fare questo posso parlare con lui e lasciarlo in panchina oppure farlo giocare". Domani contro lo Slovan Bratislava il centrocampista slovacco sarà della partita. "Per questo domani ci saranno in campo Hamsik e altri dieci", ha rivelato Benitez. Sotto accusa nelle ultime partite anche la tenuta difensiva della squadra. "Sappiamo che la chiave è lavorare di più - ha spiegato l'ex tecnico del Liverpool - Analizziamo tutto, guardiamo i video e facciamo il lavoro sul campo, lavoriamo anche con i singoli per evitare queste cose, ma succede ancora. Dobbiamo lavorare di più". Sul possibile incrocio in Europa League proprio con i 'Reds', eliminati ieri dalla Champions League, Benitez non si sbilancia. "Meglio non dire nulla, così sono più tranquillo", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata