Euro 2016, l'oriundo Eder salva la Nazionale di Conte: in Bulgaria è 2-2

Sofia (Bulgaria), 28 mar. (LaPresse) - Nella settimana delle polemiche sugli oriundi, è un attaccante nato in Brasile e naturalizzato italiano, Eder, a salvare la Nazionale di Conte dalla sconfitta sulla strada delle qualificazioni ad Euro 2016. La Bulgaria si conferma campo ostico per gli azzurri: a Sofia, finisce 2-2 al termine di una gara di sofferenza. Il giorno dopo le tensioni legate al caso-Marchisio, è il sostituto del bianconero, Bertolacci, a propiziare il vantaggio di un'Italia che però si vede rimontare in sei minuti con Popov e Micanski. Il pari arriva al 39' della ripresa, con il debuttante Eder. Alla fine è un punto, anche se dalla trasferta di Sofia si sperava nel punteggio pieno per compiere un passo importante in chiave qualificazione. Conte può consolarsi per la reazione dei suoi, ma non può che guardare con preoccupazione a qualche disattenzione di troppo della difesa. Gli azzurri vanno a 11 punti, ma davanti ora c'è una Croazia che, salendo a +2, prova la fuga dopo lo show contro la Norvegia.

La novità dell'ultima ora è il forfait di Buffon, messo ko dalla febbre: al suo posto gioca Marchisio. Difesa di marca juventina con Chiellini-Bonucci-Barzagli, centrocampo presidiato da Bertolacci, Verratti e Candreva e fasce affidate ad Antonelli e Darmian. In avanti, il tandem d'attacco Zaza-Immobile. L'avvio degli azzurri è sprint: dopo pochissimi secondi, Immobile in perfetta solitudine prova il destro in girata ma trova la deviazione di Mihaylov in uscita. Ma per il vantaggio occorre attendere appena 3': Bertolacci pennella il cross dalla sinistra, Mihaylov smanaccia e la palla carambola su Minev che, nel tentativo di anticipare Zaza, insacca nella propria porta. Italia avanti e gara che sembra completamente in discesa. Candreva ci prova su punizione, Immobile cerca il destro al volo. E' una buona Italia, ma ben presto commette l'errore di sedersi. E all'11' la Bulgaria pareggia: Manolev serve Popov, diagonale destro e Sirigu è battuto. Ancora pericolosa la nazionale di casa un minuto dopo con un sinistro dalla distanza di Milanov. La rimonta della Bulgaria si completa al 17', sugli sviluppi di una ripartenza micidiale: il cross di Milanov trova la testa di Micanski, che anticipa Barzagli e supera Sirigu per il 2-1.

Cerca subito la reazione la Nazionale azzurra, altra chance per Immobile che da due passi spedisce fuori di testa sulla punizione di Verratti, tra i migliori dei primi 45'. Grandissima occasione sciupata. Gli azzurri aumentano la pressione, ma i bulgari reggono bene in difesa. E sfiorano persino il tris al 37', con la traversa colpita da Popov su punizione. L'Italia rientra in campo con piglio aggressivo, ma la manovra è macchinosa. Conte vuole forze fresche in attacco e regala il debutto ad Eder: fuori Zaza. Sugli sviluppi di un angolo, Verratti tenta il sinistro: la palla si spegne alla destra di Mihaylov. Lo stesso portiere bulgaro è attento sulla conclusione di Immobile, palla che arriva a Bertolacci che però di prima intenzione non trova lo specchio. L'Italia continua ad attaccare, ma la stanchezza inizia a farsi sentire nelle gambe dei giocatori. La Bulgaria, dal canto suo, si limita a contenere. Conte richiama il dolorante Bertolacci e getta nella mischia Soriano, mentre Petev si affida ad uno che l'Italia la conosce bene: Bojinov. Conte inserisce un altro attaccante, Gabbiadini, e l'Italia passa al 3-4-3. Al 38', gli azzurri pareggiano con una grandissima rete di Eder. Il sampdoriano riceve palla da Chiellini, controlla e da fuori area scarica un destro che non lascia scampo a Mihaylov. Grosso sospiro di sollievo per l'Italia, che ora vuole vincere. A tre minuti dalla fine la palla buona ce l'ha Gabbiadini, che tutto solo, dopo il tocco di testa di Immobile sul traversone di Barzagli, spedisce il pallone fuori di pochissimo. In pieno recupero, ultima fiammata azzurra: ma un grande intervento di Bodurov in anticipo su Gabbiadini salva il risultato.

BULGARIA-ITALIA 2-2

Marcatori: 4' aut. Minev (I), 11' Popov (B), 17' Micanski (B), 38' st Eder (I).

Bulgaria: Mihaylov; Manolev, Bodurov, A. Aleksandrov, V. Minev; Djakov, Gadjev, M. Alexandrov, Popov (40' st Slavchev), Milanov (43' st Vasilev); Micanski (29' st Bojinov). A disp. Stoyanov, Stoychev, Bandalovski, Terziev, Vasilyev, Zanev, Cochev, Tonev, Mitrev. All. Petev.

Italia: Sirigu, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Candreva, Verratti, Bertolacci (27' st Soriano), Antonelli (32' st Gabbiadini), Zaza (13' st Eder), Immobile. A disp. Marchetti, Moretti, Ranocchia, Parolo, Valdifiori, Cerci, Pellé, Vazquez. All. Conte.

Arbitro: Skomina (Slo).

Note. Ammoniti: Djakov (B), Immobile, Soriano, Darmian (I).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata