Euro 2012, Uefa: Preoccupati per Ucraina

Torino, 30 apr. (LaPresse) - Il caso legato alla detenzione di Yulia Timoshenko, leader dell'opposizione, da parte delle autorità ucraine continua ad alimentare polemiche alla vigilia di Euro 2012. "L'Uefa ha allertato la delegazione ucraina circa le preoccupazioni sollevate dalla situazione politica in Ucraina tra i politici europei e dei media", è quanto si legge in un comunicato dopo l'incontro odierno a Nyon fra i vertici della massima autorità del calcio europeo ed i rappresentanti di Polonia ed Ucraina. "La Uefa - precisa il comunicato - non interferisce in questioni politiche ma ha chiesto alla delegazione ucraina di trasmettere queste preoccupazioni alle autorità competenti". Nel corso dell'incontro è stato affrontato anche il tema della sicurezza e le due delegazioni hanno dato all'Uefa la garanzia che: "tutte le misure necessarie sono state prese per garantire la sicurezza di tutti i visitatori, dai fan ai giocatori partecipanti".

Sul argomento è intervenuto anche il ministro degli Affari Regionali, del Turismo e dello Sport Piero Gnudi: "Quando vengono violati i diritti soggettivi e i principi democratici, lo sport non può voltarsi dall'altra parte", ha spiegato. La dichiarazione del Ministro si innesta nel crescente dibattito internazionale sul caso della leader dell'opposizione ucraina, che ieri ha avuto una accelerazione dopo le rivelazioni del settimanale tedesco 'Der Spiegel', secondo cui la cancelliera Angera Merkel annullerà la prevista partecipazione a Euro 2012 se la Timoshenko non sarà rilasciata prima del fischio di inizio.

Secondo il presidente della Figc, Giancarlo Abete, invece è convinto che il prossimo Europeo può essere una occasione per porre l'attenzione mondiale sul caso Timoshenko. "Credo che il calcio e lo sport, in occasione di un grande evento in un determinato Paese, siano molto utili - ha sostenuto Abete - perché l'attenzione tocca anche problematiche politiche e sociali o questioni legate ai diritti umani che altrimenti restano in ombra".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata