Euro 2012, Italia supera l'esame Serbia: a Belgrado finisce 1-1

Belgrado (Serbia), 7 ott. (LaPresse) - L'Italia esce indenne dall'inferno di Belgrado. Nell'incontro di gruppo C valido per le qualificazioni agli Europei del 2012, gli azzurri di Prandelli superano la prova del Marakana strappando un buon pareggio, nonostante la qualificazione già in tasca. I serbi erano chiamati al riscatto dopo i 'fattacci' dell'andata di Marassi, quando gli ultras portarono alla sospensione della partita. Avvio sprint della Nazionale, con il vantaggio di Marchisio siglato dopo nemmeno un minuto: il centrocampista della Juventus, in forma smagliante e reduce dalla doppietta al Milan, sfrutta l'assist di Rossi e timbra il primo gol in azzurro.

La risposta dei padroni di casa, a caccia dei punti necessari per il pass playoff, è affidata ad Ivanovic che da terra, in maniera alquanto fortunosa, batte Buffon sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa i ritmi calano da entrambe le parti, con gli azzurri che si limitano a controllare il gioco senza subire troppi rischi. La Juventus rimane in ansia per le condizioni di Marchisio, uscito malconcio al 25' e sostituito da Nocerino. Per sperare nel secondo posto, alla Serbia serve adesso una vittoria in Slovenia.


SERBIA-ITALIA 1-1

Marcatori: pt 1' Marchisio, 25' Ivanovic.

Serbia: Jorgacevic, Ivanovic, Subotic, Rajkovic, Kolarov, Stankovic (st 42' Jovanovic), Fesja (st 1' Petrovic), Tosic, Krasic (st 31' Zigic), Ninkovic, Pantelic. All. Petrovic.

Italia: Buffon, Maggio, Barzagli, Bonucci, Chiellini, De Rossi, Pirlo, Marchisio (st 25' Nocerino), Montolivo (st 37' Aquilani), Cassano (st 21' Giovinco), Rossi. All. Prandelli.

Arbitro: Proenca (Portogallo).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata