Euforia Inzaghi: Miglior partita stagionale, Milan è su strada giusta

Milano, 30 nov. (LaPresse) - "Sono molto felice, per è stata la miglior partita della stagione del Milan per occasioni create e per gioco. Oggi chiunque sia venuto allo stadio si è divertito e il mio obiettivo e dei giocatori è quello di far tornare la gente a sorridere. So che il presidente è euforico. Così siamo sulla strada giusta". Filippo Inzaghi, allenatore dei rossoneri, commenta la vittoria in casa sull'Udinese, decisa da una doppietta del francese Menez. "E' una punta, con le sue caratteristiche", chiarisce il tecnico ai microfoni di Sky Sport. "Menez fa l'attaccante con le sue caratteristiche, con grand velocità".

- "Oggi - continua - non avevo chiesto alla squadra la vittoria, ma le prestazioni viste contro la Sampdoria e l'Inter, dove a detta di tutti meritavamo di vincere. E oggi a fine primo tempo ho rimarcato la stessa cosa. Dovevamo essere in vantaggio di 2, 3 gol, eravamo 0-0 però con il gioco e il lavoro si ottengono queste partite". "Oggi ci sono tanti motivi di soddisfazione - prosegue Inzaghi - c'erano giocatori che erano all'esordio e che però si sono sempre allenati bene. L'atmosfera di Milanello è fantastica e chi è stato fuori di più fino ad ora si è sempre allenato". Il tecnico rossonero inoltre si dichiara felice "per come è entrato Pazzini, che purtroppo ha avuto poco spazio, ma so che mi darà una grande mano. Sono contento perché è ritornato Montolivo, anche se per poco ma recuperiamo un giocatore importante". Inzaghi glissa invece sulla discussa direzione di gara di Valeri: "Facciamo vedere alla gente come abbiamo giocato perché questo è il bello del calcio. Non penso che un episodio abbia potuto condizionare una partita che è stata dominata dall'inizio alla fine". Quindi svela che Berlusconi è stato chiamato da Galliani, "si stava divertendo a casa. Questo è bello perché se il nostro presidente, i nostri tifosi si divertono a vedere questa squadra. Io conosco solo due strade per tornare a essere quelli che eravamo: il gioco e il lavoro. Oggi siamo contenti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata