Ducati vola sulla pioggia a Silverstone: pole Lorenzo, 2° Dovi
Solo dodicesimo Valentino Rossi. Grave incidente per Tito Rabat

Anche in Gran Bretagna la Ducati detta legge. A 12 anni dall'ultima volta  Borgo Panigale piazza una doppietta nelle qualifiche con Jorge Lorenzo che precede Andrea Dovizioso al termine di una sessione travagliata, caratterizzata da un violento acquazzone che si è abbattuto su Silverstone nel corso delle ultime libere che è costato caro soprattutto a Tito Rabat, scivolato in curva7 (insieme a diversi altri piloti nel giro di pochi secondi) e colpito dalla moto di Franco Morbidelli. Il pilota spagnolo è stato portato subito in ospedale: per lui un grosso spavento e una frattura multipla alla gamba. Dopo la lunga attesa per il rientro a Silverstone dell'elicottero (condizione necessaria per motivi di sicurezza per far partire il Q2), è iniziato lo show dei ducatisti.

Lorenzo ha battuto il compagno di squadra per poco più di un decimo e mezzo. Terza piazza per Johann Zarco, davanti a Cal Crutchlow. Quinto posto per Marc Marquez, che non si è preso troppi rischi in virtù della sua salda leadership in classifica mondiale. Completa la seconda fila Danilo Petrucci, che precede la Suzuki di Andrea Iannone. Dopo un venerdì incoraggiante, naufraga invece la Yamaha. Maverick Vinales scatterà in undicesima posizione, proprio davanti a Valentino Rossi, che ha preso la bandiera a scacchi per una questione di secondi e non è riuscito a lanciarsi per l'ultimo tentativo. "La nostra moto è forte, ne abbiamo approfittato per fare primo e secondo. Ho voluto rallentare un po' per raffreddare le gomme e spingere all'ultimo giro. Ho spinto al massimo e nell'ultimo settore ho fatto molto bene. Sono contento per la squadra", ha svelato Jorge Lorenzo, alla seconda pole position stagionale. Decisamente soddisfatto anche Andrea Dovizioso, che si proietta già sulla gara. "E' importante partire in prima fila, domani sarà bagnato probabilmente e partire davanti aiuta - ha ricordato il forlivese - Sull'asciutto siamo abbastanza competitivi, Maverick è particolarmente forte, poi siamo un gruppetto dietro di lui. Ma sull'acqua è un punto interrogativo". Non certo il massimo considerando che per la gara è prevista nuovamente pioggia. E che il drenaggio dell'asfalto alla curva 7 e 8 potrebbe rappresentare un grosso problema, di sicurezza in primis.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata