Draft Nba, alla scoperta dei talenti del 2016
Chi sarà la prima chiamata assoluta e chi, invece, gli outsiders?

Una serata per giocarsi l'inizio della propria vita professionale sul parquet. Un primo passo, importante, per capire come l'universo della palla a spicchi li accoglierà nel campionato più quotato del mondo, l'Nba, tra tensioni, attese, speranze, tanta gioia ma anche qualche lacrima. Non rappresenta il giudizio definitivo sulle qualità di un cestista, ma l'appeal di una scelta di prestigio al Draft rimane incontrastato: una scintillante vetrina dove tutte le più grandi squadre americane faranno la 'spesa', cercando di accaparrarsi il talento del futuro, dopo centinaia di partite viste e visionate, provini intrisi di sudore e fenomenali intuizioni, con il 'sale' degli scambi a insaporire lo scenario, il tutto con lo scopo di salire ai primi posti e poter vincolarsi ai migliori giovani in circolazione.

Manca un solo giorno al 23 giugno quando le squadre Nba con i loro dirigenti e idealmente tutti gli appassionati del mondo cestistico saranno riuniti al Barclays Center di Brooklyn. Lì i 30 team che compongono la lega professionistica americana sceglieranno i migliori giocatori provenienti dai college (o da squadre europee) in base alle caratteristiche messe in mostra sul parquet, certamente, ma anche con un occhio alle esigenze di ogni singola rosa. Come da regolamento a scegliere i giocatori per primi, quindi potenzialmente i più forti, le 14 squadre che, nella scorsa stagione, non hanno centrato i playoff. Il rito del sorteggio (la celebre "Draft Lottery" ndr), nel maggio scorso, ha premiato i Philadelphia 76ers, che avranno la prima scelta assoluta. A seguire ci saranno i Los Angeles Lakers, reduci dall'ennesima annata disastrosa, e i Brooklyn Nets. Mettere le mani sui migliori prospetti, le star del futuro, fa molto gola e non si escludono, come da copione, mosse di mercato che prevedono scambi di posizioni: saranno in tante le squadre a voler sacrificare qualche giocatore per mettere le mani su una prima scelta capace in breve tempo di rivoluzionare le sorti di una intera franchigia. Anche quest'anno i talenti non mancano e ci potrebbero anche essere delle sorprese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata