Doppio Palacio stende Sampdoria, Inter espugna Marassi e respira

Genova, 3 apr. (LaPresse) - Rodrigo Palacio vince il suo 'derby' personale e trascina l'Inter al successo (0-2) contro la Sampdoria. Nel recupero della 29/a giornata di Serie A, l'argentino già al Genoa torna nel suo ex stadio, Marassi, e con una doppietta permette ai nerazzurri di superare lo scoglio blucerchiato. Una vittoria che regala ottimismo a Stramaccioni e che rilancia l'Inter in chiave Champions: il terzo posto occupato dal Milan è ora distante sette punti. La Sampdoria lotta e si rende protagonista di una gara generosa, ma non basta. Per l'altro grande ex della partita, Cassano, accoglienza 'mista' con applausi e fischi all'ingresso in campo.

SUPER HANDANOVIC. Ottima la partenza della squadra di casa, che dopo un minuto impegna Handanovic con un colpo di testa di Sansone. La replica nerazzurra è affidata a Palacio, che sugli sviluppi di un contropiede prova a superare Romero che però riesce a deviare la sfera in corner (3'). Ancora Samp al 20': Icardi svetta sul cross dalla destra di Sansone, bravo Handanovic a rifugiarsi in angolo. I blucerchiati giocano con coraggio e si rendono nuovamente pericolosi, un quarto d'ora dopo ad impensierire il portiere nerazzurro ci pensa Krsticic con una bella conclusione da fuori area. Ma a passare è l'Inter. Mancano due minuti all'intervallo quando, sul cross di Pereira, Palacio è perfetto nell'inserimento e a deviare di testa per l'1-0 dell'Inter. Romero riesce solo a toccare. Per l'argentino, è l'undicesimo centro in campionato.

PALACIO IMPLACABILE. La squadra di Rossi non si demoralizza e nella ripresa sfiora subito il pareggio con un ottimo spunto di Sansone: al 5' l'ex Torino prova il tiro dal limite, Handanovic si supera ancora una volta. Proprio Sansone lascia il posto poco dopo a Maxi Lopez, mentre Stramaccioni, passato alla difesa a tre con l'ingresso di Silvestre, si cautela richiamando Cassano per Kuzmanovic. Gradualmente i ritmi calano, così come le occasioni. I padroni di casa non riescono più a rendersi pericolosi come nel primo tempo. Ne approfitta Palacio che, al 48', su contropiede supera Palombo e batte ancora una volta Romero.

SAMPDORIA-INTER 0-2

Marcatore: pt 43' e st 48' Palacio.

Sampdoria: Romero; Mustafi, Palombo, Gastaldello; De Silvestri, Poli, Krsticic (st 41' Munari), Obiang, Estigarribia (st 32' Poulsen); Sansone (st 14' Maxi Lopez), Icardi. A disposizione: Da Costa, Berni, Berardi, Castellini, Rossini, Rodriguez, Maresca, Garcia, Soriano. All. Rossi.

Inter: Handanovic; Jonathan (st 13' Silvestre), Ranocchia, Juan Jesus, Pereira; Zanetti, Kovacic, Gargano; Guarin; Palacio, Cassano (st 22' Kuzmanovic). A disposizione: Belec, Carrizo, Samuel, Pasa, Schelotto, Alvarez, Benassi, Rocchi. All. Stramaccioni.

Arbitro: Banti.

Ammoniti: Poli, Krsticic (S), Gargano, Kovacic (I).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata