Doppia rimonta per l'ex Sarri, pari Empoli-Napoli

Empoli, 13 set. (LaPresse/Italia Media) - Un tempo per parte, un punto per uno. Finisce 2-2 al Castellani tra Empoli e Napoli. Primo risultato positivo in campionato per la squadra di Giampaolo, altro sostanziale flop per quella di Sarri, ancora alla ricerca della giusta quadratura e messa pesantemente sotto a livello tattico nei primi 45' dagli avversari.

Pronti via e l'Empoli è già in gol. Saponara, lanciato sulla destra, fa 40 metri palla al piede senza che Albiol trovi il tempo per contrastarlo, aspetta l'uscita di Reina e lo batte con un tocco di sinistro. I toscani insistono ma al 7', a sorpresa, arriva il pari partenopeo. Destro a giro di Insigne dai 20 metri su sponda di Gabbiadini e palla in rete per un gol meraviglioso. L'Empoli, però, riparte subito, col Napoli imbrigliato nei meccanismi del 4-3-1-2 caro al suo tecnico. Al 18' ancora Saponara semina il panico in area napoletana, si aggiusta il pallone col braccio e imbecca Pucciarelli che firma il 2-1. Napoli in difficoltà, scosso solo dalle fiammate di Insigne, e con Allan e Valdifiori sistematicamente sovrastati in mezzo al campo da Diousse e Croce. Nella ripresa però, al 5', proprio Allan finalizza al meglio una veloce triangolazione orchestrata da Hamsik e Gabbiadini e raddrizza la situazione per i suoi. Il ritmo dell'Empoli cala paurosamente, Maccarone non sfrutta una buona chance in contropiede e Giampaolo decide che è meglio chiudersi. I toscani lo fanno con efficacia, bloccando al meglio le iniziative di un Napoli che nel finale passa anche al 4-3-3, con Mertens e Callejon esterni del tridente completato dall'evanescente Higuain al centro dell'area. L'unico sussulto al quinto minuto di recupero, quando Skoruspki si oppone al destro di Hamsik su azione di calcio d'angolo. Finisce 2-2: un punto d'oro per l'Empoli, l'ennesimo punto interrogativo per il Napoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata