Doping, test a sorpresa per Rigaudo: ispettori Wada al Quirinale
La marciatrice piemontese si è sottoposta al controllo presso il Foro Italico

Controllo a sorpresa per la marciatrice Elisa Rigaudo da parte degli ispettori della Wada. L'atleta piemontese, che era presente questa mattina al Quirinale per la consegna della bandiera italiana alla delegazione che parteciperà a Rio 2016, si è sottoposta in questi minuti al controllo presso il Foro Italico.

Un ispettore della Iaaf, l'Associazione internazionale delle federazioni di atletica, invece è stato lasciato alla porta dallo staff del Quirinale stamane: "Non aveva - spiegano - titolo ad entrare".

Intanto è sotto i riflettori Alex Schwazer, trovato di nuovo positivo agli esami anti-doping. Il marciatore altoatesino, dopo aver concluso una squalifica lunga 3 anni e 9 mesi che gli era valsa l’esclusione dai Giochi olimpici di Londra, era tornato a maggio nell'elenco degli azzurri convocati per i Campionati del Mondo di marcia a squadre in programma a Roma, vincendo la 50 km in 3h39'00.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata