Doping, Kostner: Ho fatto errore, ero in buona fede
La pattinatrice ha spiegato la ratifica da parte del Tribunale arbitrale dello sport dell'accordo che le ha permesso di tornare in gara dal primo gennaio 2016
 "Ho fatto un errore: lo riconosco. Sono consapevole di averlo commesso. Sono convinta, comunque, che l'avevo fatto in buona fede". Così la pattinatrice su ghiaccio Carolina Kostner in conferenza stampa a Milano spiegando la ratifica da parte del Tribunale arbitrale dello sport dell'accordo che le ha permesso di tornare in gara dal primo gennaio 2016, dopo la squalifica per aver 'coperto' nel 2012 il suo allora fidanzato Alex Schwazer.
 
 "La vita ti segna, è ovvio. Non l'ho sentito (Alex Schwazer, ndr) ultimamente: abbiamo interrotto i contatti. Gli auguro di cuore che la vicenda abbia un termine, finisca e che possa tornare a guardare al futuro con serenità - ha continuato Carolina -. Non ho ritrovato l'amore e non ho paura di ritrovarlo. Lasciamo spazio alla vita di sorprenderci in modo positivo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata