Doping, Chris Froome positivo alla Vuelta
Il grande ciclista britannico Chris Froome rischia di essere privato del titolo vinto alla Vuelta a seguito a un test antidoping effettuato lo scorso 20 settembre, su campioni prelevati durante la Vuelta Giro di Spagna, che ha rivelato valori eccessivi di salbutamolo, una sostanza proibita, ma che serve a curare l'asma. Nelle urine del 32enne ciclista, nato a Nairobi in Kenya da genitori britannici e che avrebbe assunto il salbutamolo dietro prescrizione medica, è stato trovato un livello due volte superiore al consentito. "Sono fiducioso che arriveremo fino in fondo", ha dichiarato Froome