Doping, Cagnotto difende Carolina Kostner: Non si lascia fidanzato, ingiusto squalificarla

Roma, 23 set. (LaPresse) - "Mi spiace per Carolina. Penso che abbia agito come avrebbe agito ogni persona. Il tuo ragazzo ha fatto uno sbaglio ma non per questo lo devi abbandonare. Mi auguro solo che gli diano un po'di tregua". Così Tania Cagnotto a margine della cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico al Quirinale parla del caso che ha coinvolto Carolina Kostner. La pattinatrice che avrebbe non denunciato il doping commesso dal fidanzato marciatore Alex Schwazer, campione olimpico a Pechino 2008.

"Squalificare Carolina? Sarebbe sbagliato - aggiunge - perché primo non si è dopata e secondo avrà sicuramente cercato di non farglielo fare a Schwazer ma una volta che lo ha fatto cosa fai, lo mandi all'antidoping? E' una situazione particolare". Una risposta fra le righe a quanto detto da Federica Pellegrini. La nuotatrice infatti aveva detto che avrebbe 'mollato' il fidanzato collega Filippo Magnini se lui fosse stato trovato positivo al doping. "Lei ha risposto in maniera brusca ma bisognerebbe trovarsi nella situazione per capire quale sarebbe la reazione". "Non voglio difendere Schwazer - conclude - lo conosco. non stava più bene ed ha preso una decisione sbagliata".

Intanto l'Ufficio di Procura Antidoping del Coni ha comunicato di aver disposto la seconda audizione della Kostner per il 26 settembre 2014 alle ore 12.30 per rispondere degli addebiti disciplinari già contestati nella precedente comunicazione del 15 settembre 2014.

Infine sulla vicenda è intervenuto anche la leggenda dello slittino Armin Zoeggeler: "La conosco - ha spiegato - dico solo che è una brava persona di più non posso dire. Ingiusto squalificarla? Sono tutte speculazioni nelle quali non voglio entrare", ha concluso il campione altoatesino.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata