Donadoni: Parma deve sfruttare sosta per prepararsi al meglio

Parma, 19 mar. (LaPresse) - "Ormai bisogna guardare avanti. Sappiamo quello che non abbiamo fatto come dovevamo e quello che invece abbiamo fatto bene. Ora dobbiamo sfruttare la sosta per prepararci al meglio, cercando anche di recuperare qualche infortunato per affrontare il Pescara". Così l'allenatore del Parma Roberto Donadoni, proiettandosi in conferenza stampa sulla volata finale in campionato. Tornando sulla partita dell'Olimpico, il tecnico degli emiliani commenta: "La Roma ha avuto 2-3 occasioni nel primo quarto d'ora, in cui abbiamo avuto qualche disattenzione di troppo. Poi comunque è normale che la Roma in casa costruisca azioni offensive. Dopo la partita - prosegue - l'abbiamo gestita bene, abbiamo creato anche qualcosa di importante e sono convinto che se fossimo andati sull'1-1 la partita sarebbe cambiata. Ma i se e i ma servono a poco".

Dopo la sosta del prossimo weekend per gli impegni delle Nazionali, il Parma riprenderà sabato 30 marzo ospitando il Pescara al Tardini. "Penso che l'insidia principale - spiega Donadoni - possa derivare dal fatto che il Pescara gioca fuori casa. Ho visto la partita di domenica col Chievo, giocata in un ambiente complicato per le contestazioni dei tifosi. Probabilmente fuori casa mentalmente hanno meno tensioni. Dobbiamo sapere che se ragioneremo vedendo il Pescara come una squadra già spacciata allora ci giocheremo male le nostre carte. Invece dovremo andare in campo come ha fatto la Roma domenica contro di noi, con un determinazione feroce e una volontà di andare a fare gol". Ancora una volta Donadoni non si sbilancia sul suo futuro: "Quello che si dice - chiarisce - non mi interessa. Il mio pensiero è finire bene questo campionato, ed è importante finirlo bene, per cui penso solo a lavorare e programmare. Stiamo lavorando su quello che ci aspetta da qui a fine campionato per poi trovarci nelle condizioni migliori per iniziare a preparare la stagione che verrà. Le mie energie - conclude - sono rivolte esclusivamente a questo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata