Donadoni carica Parma: A Udine per fare il salto di qualità

Parma, 17 nov. (LaPresse) - "Per noi sarà fondamentale fare una prestazione dove dimostriamo di aver ritrovato quella determinazione e quella convinzione per fare il salto di qualità". Così in conferenza stampa l'allenatore del Parma Roberto Donadoni presenta la partita di domani sul campo dell'Udinese. "Tutte le componenti sono importanti, ma soprattutto dovremo avere una motivazione forte, come sempre questo farà la differenza", spiega l'allenatore dei ducali. "Lo si vede - prosegue - in tutte le partite del campionato, con squadre inferiori o più deboli dell'avversario riescono a fare partite di spessore e a vincere contro squadre importanti. Questa è la chiave che deve essere rimarcata ogni volta". Il Parma, insiste Donadoni, "deve riuscire a fare questo, non trovare motivazioni solo contro la squadra importante ma esprimere il meglio di se stessa anche contro avversarie di diversa caratura per fare il vero salto di qualità. Questo è l'obiettivo che dobbiamo porci".

"Concedere all'Udinese le stesse opportunità che abbiamo concesso al Siena - prosegue il tecnico - vorrebbe dire venire puniti. Ho posto questa attenzione a tutti quanti per tutta la settimana. Dovremo ad essere bravi ad essere sempre propositivi ma senza concedere il fianco a queste possibilità di ripartenza perché l'Udinese ha giocatori che hanno tecnica, che hanno gamba e che hanno forza, per cui se gli concedi spazi per andare a segno, difficilmente sbagliano". Per Donadoni la sfida di Udine "è un'opportunità di fare un risultato importante" e "di fare una prestazione che ci riporti su una strada corretta. Per noi sarà fondamentale fare una prestazione dove dimostriamo di aver ritrovato quella determinazione e quella convinzione per fare il salto di qualità". Quello del 'Friuli', dice Donadoni, "è un bel test, perché se è vero che l'Udinese ha avuto finora qualche problema di continuità, rimane comunque una squadra di spessore superiore a quello che dimostra l'attuale classifica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata