Don Gallo, il cordoglio di Genoa e Sampdoria

Genova, 22 mag. (LaPresse) - Con una lunga nota sul proprio sito internet, il Genoa "esprime il proprio profondo cordoglio e si unisce al dolore dei familiari, degli amici, di tutta la Comunità di San Benedetto al Porto". "Se ne è andato uno di noi, don Andrea Gallo. Il prete di strada, fautore di metodi educativi non convenzionali, fondatore della Comunità di San Benedetto al Porto. Una vita controcorrente - si legge sul sito ufficiale del club rossoblu - dalla parte dei più deboli e di chi aveva bisogno. A 84 anni si è spento tra l'affetto dei suoi ragazzi, che lo hanno accudito nel suo regno in questi giorni difficili".

"Una vita come un romanzo la sua. Piena di avventure, di impegno, studi, interessi e, soprattutto, un'umanità non apprezzata da tutti, ma riconoscibile e riconosciuta. Amava prendere posizione, spendendo se stesso per le cause che adottava. Con il suo sigaro, il suo cappello, gli occhi febbrili, ha attraversato la storia della città negli ultimi decenni, divenendo un riferimento per tante anime in pena. Lo si vedeva in corteo e al fianco dei lavoratori, apriva la sua porta a chi bussava per un aiuto. Se ne va una figura carismatica di Genova e nota al di fuori per i suoi scritti, la sua partecipazione, la sua presenza. Non amava le mezze misure e ci piace immaginarlo lassù, ora, sulle tracce dell'amico Fabrizio De Andrè", si legge ancora sul sito della squadra per cui Don Gallo faceva il tifo.

"Eravamo avversari, fedi sportive e sciarpe dai colori differenti, ma oggi siamo tristi anche noi. La città di Genova perde Don Andrea Gallo, il 'prete di strada', degli ultimi, dei giovani. Perde la sua umanità, il suo carisma, la sua bontà. Genova tutta piange per la scomparsa di un suo figlio, e noi sampdoriani piangiamo con lei". E' quanto si legge in una nota sul sito internet della Sampdoria, in questo modo tutta la Genova calcistica si unisce alla scomparsa del sacerdote genovese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata