Derby Inter-Milan, Galliani: Mancini? Cambio dà una scossa. Fassone: Entusiasmo ritrovato

Milano, 17 nov. (LaPresse) - "Mancini? Le statistiche internazionali dicono che il cambio di allenatore crea una scossa per tre settimane, poi tutto torna come prima. Quindi per noi ci sarà qualche difficoltà in più". Così l'a.d. del Milan Adriano Galliani commenta il ritorno di Roberto Mancini sulla panchina dell'Inter a pochi giorni dall'atteso derby di Milano. Il dirigente rossonero ha parlato poi di Totti, da sempre un pallino del presidente Berlusconi: "Abbiamo cercato di prenderlo quando era ragazzino, lo sa anche lui, ma abbiamo capito che era impossibile portarlo via dalla sua città e abbiamo mollato", ha raccontato a margine del 'Premio Facchetti' presso la sede Rcs.

"Mancini? È una cosa che in parte ci aspettavamo, probabilmente non in queste proporzioni. Ci ha fatto molto piacere vedere l'ondata di affetto nei suoi confronti. Forse ce ne mancava un po' nell'ultimo periodo. L'entusiasmo, l'ambiente positivo e i sorrisi difettavano un po' in casa Inter. Certamente questa è stata una delle ragioni che ci ha spinto a scegliere Roberto", ha detto invece il dg dell'Inter Marco Fassone.

"È stata una delle ragioni. Quando si prendono scelte così dolorose nei confronti di un professionista serio e capace come Mazzarri, si valuta tutto. Abbiamo valutato tutte quelle concomitanze che impediscono all'allenatore e alla società di lavorare al cento per cento. E noi abbiamo bisogno di essere al cento per cento per conseguire nei tempi più rapidi possibili i risultati che il presidente si aspetta".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata