Del Potro, stop a Federer. Sua la finale di Indian Wells
L'argentino, che è stato sull'orlo del ritiro, conquista il torneo californiano e ferma a 17 vittorie la striscia positiva d'inizio stagione dello svizzero

L'argentino Juan Martin del Potro interrompe la marcia trionfale di Roger Federer, gli annulla tre match point, vince la finale di Indian Wells  e ferma l'incredibile striscia positiva di inizio stagione  del fuoriclasse elvetico alla diciassettesima vittoria consecutiva. 

A 29 anni Del Potro ha conquistato il 22 ° titolo della sua carriera e il suo primo Masters 1000, la categoria di tornei più importante dopo il Grande Slam. Gli ci sono volute 2 ore e 42 minuti per vincere il prestigioso torneo americano: 6- 4, 6-7 (8/10), 7-6 (7/2).

L'argentino, che aveva pensato di porre fine alla sua carriera a causa di ripetuti infortuni e operazioni al polso, è il primo giocatore che non fa parte dei "Big Four" (Federer, Rafael Nadal, Novak Djokovic e Andy Murray), incoronato a Indian Wells dal 2010.  Prima della sconfitta di oggi, lo svizzero, dall'inizio della stagione aveva vinto all'Australian Open il suo 20 ° titolo del Grande Slam e il torneo di Rotterdam, che gli ha permesso di tornare al primo posto nella classifica ATP dopo sei anni di attesa per un totale, appunto di 17 partire senza sconfitta.

Già in difficoltà il giorno prima in semifinale contro il croato Borna Coric (5-7, 6-4, 6-4), Federer, 36 anni, è sempre stato sotto pressione nei confronti dell'argentino in una finale piena di colpi di scena. Mentre Del Potro ha vinto facilmente i suoi game al servizio, Federer ha sofferto la qualità della risposta del suo avversario e, quindi, ha trovato più difficoltà quando serviva.

Nel primo set, ha subito un break a zero nel quinto game. Da lì Del Potro ha preso il volo chiudendo 6-4. Più equilibrato il secondo set: servizi regolari e si va al tie break. L'argentino ha un match point ma Federer glielo annnulla e porta a casa il parziale (10-8 nel tie brak).

Rianimato, il campione in carica, che cercava la sesta corona nel deserto californiano, è andato avanti nella terza partita, ha fatto il break al quarto tentativo e è andato a servire sul 5-4. Nel game decisivo ha avuto tre match point ma qui Del Potro è stato grande. E da qui, lo svizzero ha perso il filo arrivando al tie break ma sciogliendosi senza quasi più resistenza con due doppi fall. "Vincere il mio primo Masters 1000 qui contro Roger è bellissimo. Ripenso a tutto ciò che ho vissuto per arrivarci... Riusxire a stare in campo, per me, è un piacere", ha detto Del Po che sale al sesto posto nella classifica ATP.

Donne - Nella finale femminile, trionfa la sorpresa giapponese Naomi Osaka che batte la russa Daria Kasatkina 6-3, 6-2

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata