Del Piero: Per combattere razzismo serve lavorare nelle scuole

Roma, 19 ago. (LaPresse) - "Da 20 anni nel calcio ci sono episodi di razzismo. Bisogna lavorare nelle scuole, sin da bambini per annientarlo e per educare. Bisogna insegnare che siamo tutti uguali". Lo dice Alessandro Del Piero in un'intervista esclusiva ad Eurosport. "Credo che se il calcio dimostra di voler azzerare questi episodi, poi ne può trarre beneficio anche la società", aggiunge l'ex capitano della Juventus attualmente in forza al Sydney Fc.

"Insigne fa i gol come li facevo io? E' un talento ed è proprio grazie a talenti come lui, e ne abbiamo, che il calcio italiano deve tornare ad essere grande accorciando il gap con Germania, Inghilterra e Spagna", ha detto invece Del Piero, elogiando il giovane fantasista del Napoli, Lorenzo Insigne. "Credo sia difficile ritrovare una generazione come quella in cui c'eravamo io, Totti, Nesta, Cannavaro e gli altri - aggiunge - ma lavorando bene nei settori giovanili si può crescere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata