Del Piero: Nuovo stadio Juventus è una rivoluzione culturale

Torino, 7 set. (LaPresse) - "Quattro stadi in diciott'anni? È probabilmente il record più imbattibile di tutti, quindi simpatico, ma meraviglioso allo stesso tempo, perché ho potuto assaporare in quattro stadi, lo farò nel quarto tra poco, emozioni che nel tempo sono cambiate, ma hanno sempre dei punti di riferimento molto fermi. Soprattutto, ho potuto calcare dei campi che hanno visto giocare tantissimi grandi giocatori quindi, trarre energia da quello, è bellissimo". Così Alessandro Del Piero in un'intervista a Sky Sport in occasione dell'inaugurazione del nuovo impianto della Juventus. Nello stadio i primi posti sono a sette metri dal campo e per il capitano bianconero si tratta di "una rivoluzione culturale, sicuramente, è una rivoluzione del mondo calcistico, è un passo delicato, importante, coraggioso. Partirei da queste tre cose, per far sì che diventi una normale attualità per il calcio e gli stadi italiani". Del Piero confida di aver preparato per l'evento di domani sera una maglietta speciale: "La regalerò ad amici, parenti, a chi in questi anni mi ha accompagnato in questi quattro stadi", spiega.

Al capitano bianconero viene chiesto che effetto fa poter giocare nel nuovo impianto: "È un piacevole trait d'union - dice - tra quello che è stato il Delle Alpi, uno stadio comunque vincente, molto vincente, per me e per la Juventus, e questo, che ci auguriamo abbia gli stessi successi, se non di più. Come immagino il mio ultimo anno alla Juventus? Vincente, non vedo alternative".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata