De Laurentiis lancia l'ultimatum a De Magistris: O mi vende il S. Paolo o porto il Napoli a Caserta

Napoli, 28 set. (LaPresse) - "Stadio nuovo? Se De Magistris non si sbriga vado a Caserta e faccio lì il nuovo stadio". Aurelio De Laurentiis lancia l'ennesimo ultimatum al sindaco di Napoli Luigi De Magistris sulla vicenda stadio San Paolo. "Mercoledì chiedo al sindaco di vendermi lo stadio - dichiara ancora il presidente del Napoli a Radio Kiss Kiss - se non me lo danno vado a Caserta".

"Sono molto preoccupato perché il sindaco disse che mi avrebbe venduto lo stadio, ma con i tempi biblici ai quali sono abituati al Consiglio Comunale io non credo che saranno in grado di farlo", dichiara ancora De Laurentiis. Il patron azzurro ribadisce: "Quindi io mercoledì stesso, dopo l'incontro, monterò in macchina e farò l'accordo con il sindaco di Caserta e da gennaio comincerò a costruire il nuovo stadio a Caserta".

De Laurentiis conferma l'ok del Napoli all'inversione di campo della partita contro la Roma per motivi di ordine pubblico: "Nulla in contrario. Meglio che rimandarla". Infine il patron azzurro spegne sul nascere possibili polemiche arbitrali dopo gli episodi dell'ultima giornata: "Mi fido molto di Braschi. E' la garanzia che gli arbitri funzioneranno".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata