De Laurentiis: Grande Napoli anche senza Mazzarri e Cavani

Genova, 23 mar. (LaPresse) - "Non deluderemo i tifosi, se Mazzarri rimane e Cavani partirà faremo una grande squadra. Se anche Mazzarri dovesse partire, faremo lo stesso una grandissima squadra". Così Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Sky Sport, a margine della inaugurazione della nave MSC Preziosa a Genova. Sul confronto tra Cavani e Balotelli, De Laurentiis dice la sua: "Sono diversi. Cavani è stato più presente in Italia, Balotelli è stato prestato per un po' in Inghilterra ma in poco tempo recupererà".

"Mazzarri non lo cambio con nessuno. Lui potrà cambiare il suo presidente con un altro, ma Aurelio De Laurentiis non cambia il suo allenatore", ha detto poi De Laurentiis. "Il futuro dipende solo da lui. Noi ora pensiamo al Torino che è una squadra tosta, ha visto Cerci?", prosegue il presidente del Napoli. Parlando ancora di Mazzarri, De Laurentiis prosegue: "Per me è un allenatore che ho scelto, vivo benissimo da parecchi anni e non si pone il problema. Se lui si fosse stancato e vuole fare un'altra esperienza lo dirà e non lo decido certo io".

Capitolo Matador. "Cavani rimane, anche perchè 70 milioni per la clausola rescissoria sono forse due le squadre a poterli spendere e bisogna vedere se gli allenatori sono gli stessi o cambieranno. Perche' alla fine sono sempre loro a decidere", ha detto De Laurentiis. "Cavani ha sempre dimostrato grande fervore, grande amicizia e professionalità, e' sempre stato attaccato alla maglia del Napoli, ovvio che in un ragazzo di 25 anni ci possa essere però l'attrazione verso club come il Barcellona o il Real Madrid", prosegue il patron azzurro.

De Laurentiis commenta anche le ultime vicende extra calcistiche che hanno visto coinvolto proprio Cavani. "Non ci permettiamo di entrare nella vita privata dei nostri calciatori. Cavani è un professionista, ma dall'altro lato è un uomo e per questo ha una sua vita privata sulla quale non mettiamo bocca", replica De Laurentiis. Anche Goran Pandev è stato al centro di una polemica legata al voto del miglior allenatore nell'ambito del premio Fifa. "Non conosco la situazione, l'ho letta oggi sui giornali, mi sembrava una cosa ridicola. Pandev lo vedo serio, non credo abbia detto una bugia e se l'avesse detta magari sara' stato indotto a dirla da una serie di fatti che non conosco", glissa De Laurentiis.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata