Da Baggio ad Ancelotti fino a Blatter, le reazioni alla scomparsa di Borgonovo

Torino, 27 giu. (LaPresse) - Immediate le reazioni di cordoglio nel mondo del calcio italiano dopo la scomparsa di Stefano Borgonovo all'età di 49 anni. Con una nota sul suo sito internet, la società rossonera esprime il cordoglio per la scomparsa dell'ex campione. "Il campione di Giussano resterà sempre con noi. La sua scomparsa di oggi ci fa stringere alla moglie Chantal e ai figli Andrea, Alessandria, Benedetta e Gaia, una splendida famiglia. Forza e dignità, tutto questo è stato Stefano e tutto questo sono stati i suoi cari", si legge sul sito internet del club rossonero.

"Grande amico di Carlo Ancelotti, di Mauro Tassotti, di tutto il Milan - prosegue la nota - campione di quella Brianza cui il presidente Berlusconi e Adriano Galliani sono legatissimi. Contro la Sla, contro la 'stronza', Stefano e il Milan hanno fatto tutto quello che potevano, la partita per questa volta l'ha vinta lei ma tanti gol glieli abbiamo fatti. Tutta Fondazione Milan ha lavorato e lavorerà ancora con Chantal, per fare ancora di più oggi che Stefano non sarà più fisicamente con noi. L'eroe di Monaco di Baviera (suo il gol decisivo per la qualificazione alla Finale di coppa dei Campioni del 1990 contro il Bayern), è diventato un esempio di vita. Tutte le visite di Roberto Baggio, di Pippo Inzaghi, di David Beckham, di tanti altri non sono state inutili. Sono state vita. Vita vera, vita sentita e vissuta. Fino in fondo".

"E' una notizia molto triste per tutti noi. Ci lascia una persona che negli ultimi anni ha regalato a tutti noi lezioni di vita da non dimenticare: i suoi insegnamenti continueranno però a vivere attraverso la sua fondazione, che continuerà ad impegnarsi per rendere migliori le condizioni delle persone affette da questa malattia". Lo ha detto il neo allenatore del Palermo ed ex calciatore del Milan Gennaro Gattuso al sito palermocalcio.it, commentando la morte di Stefano Borgonovo.

"Borgonovo, ex attaccante di Fiorentina e Milan, che da anni lottava contro la Sla, si è spento oggi. Ciao Stefano". E' quanto si legge sul profilo Twitter della Lega Serie A.

"Addio Stefano Borgonovo, grande uomo e campione vero". Così la Roma esprime il suo cordoglio su Twitter per la morte dell'ex calciatore Stefano Borgonovo.

"Grazie per l'insegnamento che hai dato a tutti noi. Ciao Stefano, amico mio". Così Carlo Ancelotti, neo allenatore del Real Madrid, ricorda sul suo profilo Twitter Stefano Borgonovo, scomparso oggi a 49 anni. I due sono stati compagni di squadra nel Milan di Arrigo Sacchi.

"Ciao Stefano, Eroe". Con questo messaggio sul suo sito internet ufficiale Roberto Baggio ricorda Stefano Borgonovo, morto oggi all'eta' di 49 anni. L'ex attaccante era da tempo malato di Sla, Baggio sul suo sito lo ricorda con una foto che li ritrae sorridenti con la maglia della Fiorentina.

"Con Borgonovo ci lascia un campione, un amico, ma soprattutto un grande Uomo. Una abbraccio a Chantal, Andrea, Alessandra, Benedetta e Gaia". Così il sindaco di Firenze Matteo Renzi ricorda sul suo profilo Twitter l'ex calciatore Stefano Borgonovo scomparso oggi a 49 anni.

"Sono al fianco della famiglia di Stefano Borgonovo e della nostra nazionale in campo questa sera con il lutto al braccio" afferma Graziano Delrio, Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, da ieri anche Ministro allo Sport. "Nel calcio italiano - continua il Ministro -, Stefano Borgonovo è stato un esempio di coraggio e di umanità, conducendo la sua battaglia contro il doping e affrontando con forza la malattia e la battaglia per la cura. E' stato un campione nel calcio e nella vita, il suo esempio resta con noi per portare avanti le battaglie per uno sport pulito".

"Ciao Stefano Borgonovo la tua forza è un insegnamento di vita per tutti. Sarai sempre con me. Con noi! Addio". Così Mario Balotelli sul suo profilo Twitter ricorda Stefano Borgonovo, l'ex attaccante del Milan scomparso oggi a 49 anni dopo una dura lotta contro la SLA.


"Sono molto rattristato dalla notizia della morte di Stefano Borgonovo, un modello di coraggio. I miei pensieri vanno alla sua famiglia". Così il presidente della FIFA Sepp Blatter sul suo profilo Twitter ricorda Stefano Borgonovo, l'ex attaccante del Milan scomparso oggi a 49 anni dopo una dura lotta contro la SLA.

Il presidente Andrea Della Valle, la Dirigenza e tutta la Fiorentina apprendono con profonda commozione della morte di Stefano Borgonovo avvenuta pochi minuti fa.
Borgonovo aveva giocato nella Fiorentina nella stagione 1988-89 e tra il 1990 e il 1992. Nella sua carriera aveva indossato la maglia della Nazionale 3 volte e aveva iniziato la carriera da allenatore nel 2000.Nel 2008 aveva annunciato di essere stato colpito dalla Sclerosi laterale amiotrofica, 'la stronza', così chiamava la malattia che oggi ci ha portato via Stefano. Diego e Andrea Della Valle e la Societa' viola si uniscono al cordoglio di tutto il calcio italiano e si stringono con affetto alla moglie Chantal, ai figli Andrea, Alessandra, Benedetta, Gaia e a tutta la famiglia Borgonovo in questo momento di grande dolore". E' quanto si legge in una nota sul sito della Fiorentina a proposito della scomparsa di Stefano Borgonovo. "Stefano è stato e continuerà ad essere un esempio per il coraggio, la tenacia e la serenità con cui fino all'ultimo ha combattuto la sua malattia sul campo e vorremmo ricordarlo sempre con lo stesso sorriso e la serenità che ci ha trasmesso in occasione del nostro incontro a Firenze, in una indimenticabile serata", queste le parole del presidente Andrea Della Valle.

"L'Udinese Calcio, la Famiglia Pozzo e l'intero staff dirigenziale si unisce al cordoglio della moglie Chantal e dei figli Andrea, Alessandra, Benedetta e Gaia per la scomparsa di Stefano Borgonovo. Esempio di coraggio e determinazione, il 'campione di Giussano' non ha mai smesso di lottare contro la SLA, la malattia contro cui è stato costretto a mollare dopo una lunga e dolorosa battaglia". E' quanto si legge in una nota dell'Udinese, in ricordo di Stefano Borgonovo, ex attaccante dei bianconeri scomparso oggi a 49 anni dopo una dura lotta contro la SLA. L'Udinese è stata l'ultima squadra in cui Borgonovo ha militato prima di ritirarsi.

"Penso che i ragazzi nel primo tempo abbiano ornorato un compagno della Nazionale, una persona che ha dimostrato sempre coraggio, determinazione, serenità e che le battaglie vanno sempre combattute". Così il presidente della FIGC Giancarlo Abete ha commentato ai microfoni della Rai la scomparsa di Stefano Borgonovo.

"Stefano Borgonovo, grande lottatore, innamorato del calcio e della vita. Vicino a chi sta soffrendo per il suo addio". Così Alessandro Del Piero sul suo profilo Twitter ricorda Stefano Borgonovo, l'ex attaccante del Milan scomparso oggi a 49 anni dopo una dura lotta contro la SLA.

La Lega Serie B, il suo presidente Andea Abodi, il direttore generale Paolo Bedin e lo staff sono vicini alla moglie Chantal e a tutti i famigliari di Stefano Borgonovo per la scomparsa del caro. Questo il ricordo di Abodi: "Stefano Borgonovo ci ha lasciati senza parole e con una travolgente tristezza. In questi anni siamo stati onorati di averlo nella nostra famiglia, all'intero del Comitato Etico della Lega B, a testimoniare una passione pura e sana per il calcio, ma anche un attaccamento tenace e caparbio alla vita e ai suoi valori più profondi. Nonostante la sua battaglia quotidiana contro un nemico infame, ha continuato a recapitaci messaggi coraggiosi e appassionati, sorretto da un carattere fuori dal comune, alimentato dall'amore infinito della sua famiglia, degli amici e dei tanti che gli volevano bene. Per noi Stefano sarà sempre presente, con il suo straordinario esempio, con la sua dignitosa sofferenza e con quegli occhi sempre accesi che in questi anni sono stati la sua parola e il suo ponte con il mondo. L'impegno della Serie B sul versante della Responsabilità Sociale, anche attraverso B Solidale, troverà nella Fondazione Borgonovo un punto fermo per continuare la battaglia di Stefano e di Chantal a favore della ricerca".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata