Cuper: Non c'entro nulla con scommesse e Camorra

Madrid (Spagna), 29 ott. (LaPresse) - L'allenatore del Racing Santander Hector Cuper ha negato qualsiasi tipo di coinvolgimento in un presunto giro di scommesse sulle partite gestito da clan camorristici campani, in particolare quello dei D'Alessandro a Castellamare di Stabia. Cuper - si legge su As.com - definisce "sorprendente la decisione della magistratura di Napoli di iscriverlo nella lista degli indagati". "Il desiderio del mio cliente - spiega Vicente Montes, avvocato dell'ex tecnico dell'Inter - è quello di farsi interrogare al più presto dai magistrati italiani, in modo da chiarire la sua posizione, affinchè questa sorprendente decisione di considerarlo indagato possa essere rivista in modo immediato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata