Coronavirus, l'Inter e Zhang donano 100.000 euro a ospedale Sacco
Coronavirus, l'Inter e Zhang donano 100.000 euro a ospedale Sacco

Il presidente nerazzurro: "Siamo orgogliosi della dedizione con cui tutto il personale dell'Ospedale sta facendo fronte all'eccezionalità della situazione"

FC Internazionale Milano e Steven Zhang donano 100.000 euro a favore del dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche 'L. Sacco' di Milano, diretto dal prof. Massimo Galli. Lo fa sapere l'Inter in una nota. La donazione nelle intenzioni dell’Inter e del suo presidente, è funzionale a sostenere le attività di ricerca, fiore all’occhiello del dipartimento, struttura di eccellenza che si è distinta per aver identificato i primi 3 genomi completi ottenuti dagli isolati italiani di Sars-CoV-2 circolanti in Lombardia. Il lavoro è stato svolto dal gruppo di Università Statale di Milano e Ospedale Sacco, coordinato dai docenti del dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell'Università Statale Gianguglielmo Zehender, Claudia Balotta e Massimo Galli, lo stesso team che ha portato a termine l’isolamento dei 3 ceppi di Covid-19 attualmente circolanti nell’area di Codogno.

L’analisi in corso di ulteriori genomi, prosegue la nota, consentirà di ottenere stime più precise sull’ingresso del virus in Italia e sulle possibili vie di diffusione. "L’Inter ha un legame indissolubile con la città di Milano ed è orgogliosa della dedizione con cui tutto il personale del Ospedale Sacco sta facendo fronte alla eccezionalità della situazione", ha dichiarato il Presidente Steven Zhang. "Fin dall’avvio dell’emergenza coronavirus abbiamo seguito con particolare attenzione e apprensione l’evoluzione della situazione, sia come Club sia come azionista rimarcando in tutte le sedi come l’unica priorità fossero la salute pubblica e la sicurezza. È per questo motivo che FC Internazionale Milano sente il dovere di sostenere l’Ospedale Sacco”, ha concluso il presidente del club.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata