Coronavirus, Gravina: Non firmerò blocco campionati, sarebbe morte calcio

Torino, 29 apr. (LaPresse) - "Finché sarò Presidente della Figc, non firmerò mai per il blocco dei campionati, perché sarebbe la morte del calcio italiano". Lo ha detto il presidente federale Gabriele Gravina, intervenuto nel corso del primo meeting online dell'Ascoli Calcio, in occasione del format 'Crescere Insieme'. "Il momento è difficile, tutti dicono che ne usciremo migliori e che per noi inizierà una nuova vita. Personalmente auspico che, quando finirà questo periodo, si riscoprirà il piacere di tornare alle relazioni, lo dico soprattutto per chi è sempre alla ricerca ossessiva della crescita personale, bloccando l'equilibrio di tutte le altre parti in causa. Mi auguro che il mondo del calcio, che ha un impatto altamente sociale nel nostro Paese, possa ripartire con minori individualismi. Il piano B in caso di stop definitivo del calcio? Il mio senso di responsabilità mi porta ad avere un piano B, C, D", ha aggiunto.

(Segue).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata