Corini: Contro Roma gara proibitiva, Chievo senza Paloschi

Verona, 6 mag. (LaPresse) - "Sabato è stato fatto un passo importante, che ci avvicina sempre di più al nostro traguardo. I risultati di ieri sono un'altra testimonianza della difficoltà di questo campionato. Come dico sempre, non ci dobbiamo dimenticare della dimensione del Chievo. Quanto è importante per la nostra realtà centrare la salvezza". Così Eugenio Corini nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro la Roma. "La matematica dice che ci mancano ancora due punti - spiega il tecnico gialloblu - perché se il Palermo dovesse vincere le tre gare che mancano arriverebbe a 41 punti. Noi se guardiamo gli scontri diretti contro il Palermo siamo in svantaggio, di conseguenza abbiamo ancora bisogno di portare a casa qualcosa. Proviamoci domani sera all'Olimpico".

Corini replica poi alle critiche piovute dagli spalti del Bentegodi. "Ognuno ha il diritto di manifestare il proprio pensiero. Io continuo a pensare che, è vero, magari non abbiamo costruito tante occasioni, ma la mia squadra ha fatto una buona partita, ho visto buone trame di gioco, tanti cross in area. Si è visto che volevamo vincerla - ha detto Corini - con la grande attenzione che dobbiamo sempre mettere noi per non subire ripartenze da squadre come il Cagliari. Da parte nostra, siamo molto orgogliosi di essere arrivati a quota 40. Ora vogliamo chiudere al meglio il nostro campionato".

Per quanto riguarda la Roma, Corini dichiara: "Sembrava una squadra in difficoltà due settimane fa, dopo il pareggio casalingo con il Pescara. Ma ha fatto partite molto importanti, è una squadra di qualità con un giocatore straordinario come Totti che considero l'emblema del calcio. L'Olimpico è un campo che quest'anno ci ha portato fortuna, vista la vittoria contro la Lazio. Sappiamo che sarà una partita proibitiva, ma ci giocheremo tutte le nostre carte". Infine sulla formazione: "Ci saranno dei cambiamenti fisiologici, qualcosa cambierà, avendo giocato solo tre giorni fa. Paloschi non è convocato, Hauche nemmeno. Ad uno ad uno sto perdendo tutti gli attaccanti. Sto pensando a qualche variazione per reparto senza compiere grandi stravolgimenti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata