Corini: Chievo deve ancora centrare l'obiettivo salvezza

Verona, 5 apr. (LaPresse) - "Quattro squalificati non sono pochi, ma nessun allarmismo, abbiamo una rosa importante a livello numerico e qualitativo. Ci sono le alternative giuste per andare a sostituire gli squalificati. Sarà una bella occasione per chi ha avuto meno spazio per mettersi in evidenza e mostrare". Così Eugenio Corini nel corso della conferenza stampa a due giorni dal match di campionato contro l'Udinese.

Per quanto riguarda la difesa a quattro, il tecnico del Chievo spiega: "Non è detto. In difesa abbiamo anche Papp e Farkas, che per caratteristiche offrono la possibilità di dare continuità al sistema di gioco che stiamo portando avanti con i tre centrali ed i due esterni che spingono. Abbiamo queste due opzioni, sulle quali stiamo lavorando in questi ultimi giorni a disposizione per preparare la partita. Valuterò poi la soluzione migliore per domenica". Positivo anche il fatto che ci sia concorrenza nel gruppo. "In tanti ci tengono a giocare. E questa è una cosa positiva. Stanno tutti bene - spiega - anche Guana ha recuperato dopo la botta alla testa presa contro il Milan. A parte le squalifiche, per il resto è tutto ok . Ho l'imbarazzo della scelta".

Per quanto riguarda l'Udinese, Corini avverte i suoi: "Ho una mentalità bene precisa che ho trasmesso ai miei ragazzi. Ho grandissimo rispetto per una formazione che negli ultimi anni ha accumulato risultati straordinari, ma continuo a ripetere che ogni partita è un'opportunità per fare punti. Mancano otto gare da qui alla fine: noi abbiamo la fortuna di non dover rincorrere, ma allo stesso punto la necessità di portare a casa quello che ci manca per tagliare il traguardo. Quindi anche la tappa di Udine sarà importante per il nostro percorso".

Poi Corini ricorda la sfida dell'andata: "Qui a Verona giocammo bene. Nello sviluppo complessivo della partita meritavamo di vincere secondo me. Sembrava quasi fatta, poi agguantarono subito il pareggio. Anche se credo meritassimo di ottenere qualcosa di più, dell'andata rimane una prestazione importante contro un'avversaria di livello". In chiusura sulla classifica: "La vittoria di domenica del Palermo ed il pareggio tra Siena e Genoa la dice lunga sul tipo di campionato che stiamo vivendo. Un campionato molto difficile, in cui ogni squadra lotterà fino all'ultimo. Noi, ripeto, abbiamo una classifica migliore di altri: partiamo da questo vantaggio con la consapevolezza che dobbiamo ancora fare punti per centrare il nostro importante obiettivo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata