Coppa Italia, Giovinco spinge Juve ai quarti: Cagliari si arrende 1-0

Torino, 12 dic. (LaPresse) - Non poteva esserci miglior ritorno a casa per Antonio Conte. Ritrovata la panchina bianconera domenica scorsa a Palermo, dopo aver scontato la squalifica, il tecnico riceve l'abbraccio dei tifosi dello Juventus Stadium che gli tributano applausi e striscioni alla 'prima' dopo sei mesi nell'impianto di casa. L'allenatore contraccambia il pubblico guidando la squadra alla vittoria contro il Cagliari nel match valido per gli ottavi di Coppa Italia. Un successo di misura, sofferto, ma che proietta i bianconeri ai quarti dove sfideranno la vincente di Milan-Reggina. Decide una rete di Giovinco, il numero 12 dei bianconeri, al 12' della ripresa: nel giorno 12-12-12, tutta manna per i numerologi. A tenere in apprensione Conte però ci sono le condizioni di Vidal e Bendtner, usciti anzitempo per infortunio. Nel riscaldamento, si era fermato anche Giaccherini. Il Cagliari di Pulga, imbottito di riserve, fa la sua partita ma si infrange contro la maggior concretezza dei bianconeri.

La prima occasione è targata Juventus: corre l'ottavo minuto quando Giovinco, smarcato da Marrone, ha l'occasione per firmare subito il vantaggio ma il suo destro è bloccato da Avramov. Si fa vedere, tre minuti dopo, Bendtner: ma il sinistro del danese non impensierisce il portiere dei sardi. Dura solo un quarto d'ora la partita di Vidal: il cileno è costretto ad uscire anticipatamente per infortunio muscolare, lo rileva Asamoah. Prova ancora a mettersi in mostra Bendtner: l'attaccante arrivato a Torino in estate impegna Avramov di destro al 20' , il successivo colpo di testa su cross di Bonucci si spegne invece a lato. Prima dell'intervallo c'è ancora spazio per una conclusione 'sporca' di Giovinco bloccata dal portiere del Cagliari e per un nuovo infortunio tra i bianconeri. Stavolta a lasciare il campo è Bendtner, dentro Matri. Proprio il grande ex della partita prova a mettersi in mostra al 9', ma la sua incornata a deviare la punizione di Giovinco non crea danni alla porta del Cagliari. Passano tre minuti e la Juventus sblocca il risultato: pasticcio di Rossettini che perde palla, ne approfitta Giovinco che non ha problemi a superare di sinistro Avramov.

Prova a destarsi la squadra di Pulga: Dessena prova ad impensierire Buffon (15'), il portiere bianconero devia in angolo. La replica dei sardi è affidata alle conclusioni dalla distanza, più pericolosa la Vecchia Signora che alla mezz'ora regala un brivido alla difesa rossoblù con un colpo di testa di Bonucci, senza esito. Il Cagliari prova a stringere i tempi: al 35' Rossettini prova l'incornata su punizione di Ribeiro, ma la sfera di spegne a lato. Cinque minuti dopo, due acuti di Matri potrebbero chiudere i giochi: l'ex Cagliari prima si vede ribattere il sinistro da Perico, poi sul successivo angolo il suo colpo di testa termina alla sinistra di Avramov.

JUVENTUS-CAGLIARI 1-0

Marcatore: st 12' Giovinco.

Juventus: Buffon, Barzagli, Marrone, Bonucci, Isla, Padoin, Pogba, Vidal (pt 16' Asamoah), De Ceglie, Bendtner (pt 45' Matri), Giovinco. All. Conte.

Cagliari: Avramov; Perico, Rossettini, Del Fabro, Murru; Eriksson, Ekdal (st 1' Dessena); Ibarbo, Ceppelini (st 32' Piredda), Thiago Ribeiro; Pinilla. All. Pulga.

Arbitro: Guida.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata