Coppa Davis: Italia supera l'Argentina, Fognini ok con Berlocq. Ai quarti c'è la Gran Bretagna

Mar del Plata (Argentina), 2 feb. (LaPresse) - Un super Fognini trascina l'Italia ai quarti di finale di Coppa Davis. Il tennista ligure ha conquistato infatti il punto decisivo del 3-1 contro l'argentino Carlos Berlocq, battuto in quattro set con il punteggio di 7-6 (5), 4-6, 6-1, 6-4. La selezione azzurra trascina espugna così il Patinodromo di Mar del Plata ottenendo il primo successo in trasferta nel World Group dopo quasi 16 anni. L'ultimo risaliva al settembre 1998: l'Italia superò gli Usa a Milwaukee e volò in finale.

Dopo aver vinto il doppio in coppia con Simone Bolelli, Fognini non ha tradito le attese nel match più delicato. Fabio non giocava solo contro Berlocq, ma contro gli ottomila del Patinodromo in una bolgia inverosimile: dopo il primo set in campo è addirittura cominciata a volare qualche monetina indirizzata verso l'azzurro, tanto che è intervenuto il capitano argentino Martin Jaite, che ha provato a calmare il pubblico che ormai vedeva vicino il ko. Un primo set molto equilibrato, giocato sul filo della tensione, in cui Fognini e Berlocq si sono scambiati per tre volte ciascuno il break e deciso al tie break, vinto dal ligure per 7-5. Nel secondo set Fabio si è fatto sorprendere dal rivale spinto da un tifo indemoniato pur avendo per ben due volte l'occasione di strappare il turno di battuta all'argentino, numero 44 del ranking Atp. Entrambe le volte era sullo 0-40. Bravo Fognini a reagire nella terza partita: break al secondo e al sesto game e 6-1. Nel quarto set infine il trionfo per 6-4. I quarti si terranno in casa dal 4 al 6 aprile, con sfida alla Gran Bretagna di Andy Murray.

"E' una vittoria importante perché sofferta. Io ho fatto il mio, ma è un successo di tutta la squadra, dei miei compagni, del nostro capitano, del presidente, dell'intero staff medico che ieri dopo le quattro ore di doppio mi ha permesso di recuperare velocemente ed essere oggi in campo al top - ha dichiarato il tennista ligure - La Davis è un gioco di squadra. Siamo un grande gruppo, una grande squadra e lo abbiamo dimostrato qualificandoci per il secondo anno di fila ai quarti". Può esultare anche il capitano Corrado Barazzutti. "E' stata un'impresa, i ragazzi hanno vinto un match durissimo qui in Argentina dove stare calmi è complicato. Avete visto in che bolgia si sono giocati i match - ha sottolineato - La squadra ha vinto contro gli avversari e contro il pubblico, a dir poco rumoroso. Ripeto, un'impresa, la più bella del tennis maschile degli ultimi 20 anni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata