Conte: Più che risultato, mi interessava risposta squadra. Possiamo fare cose importanti

Bari, 4 set. (LaPresse) - "se è stato il debutto dei sogni? Al di là del del risultato, mi interessava la risposta dei ragazzi, ed è stata sicuramente positiva sotto l'aspetto dell'impegno, dell'idea di gioco, dell'aggressività". Antonio Conte, commissario tecnico della Nazionale, commenta così la vittoria in amichevole contro l'Olanda, che ha rappresentato il suo debutto sulla panchina azzurra. "Grande disponibilità da parte loro, ho trovato giocatori che hanno voglia di fare qualcosa di importante", spiega ai microfoni di Raisport. "Ma sono solo quattro giorni che lavoriamo insieme. Però queste sono partite che danno fiducia ed entusiasmo e ci permettono di continuare il lavoro che stiamo facendo con credibilità". "Abbiamo intrapreso un percorso, abbiamo fatto sei allenamenti abbastanza intensi", prosegue Conte. "Sono contento, ho visto grande applicazione e volontà. E' un mix di ragazzi maturi e tanti giovani che hanno voglia che possono diventare dei grandi giocatori. La strada è ancora lunga ma vincere aiuta a vincere". "La prestazione di Zaza-Immobile? Abbiamo lavorato sull'intesa degli attaccanti. L'importante è che ci sia disponibilità e voglia di lavorare, da parte mia ce n'è tanta. Ora recuperiamo, martedì ci attende una battaglia contro la Norvegia che è una squadra ostica". "Verratti? Può essere il presente e il futuro a seconda delle volte che decido di metterlo in campo dall'inizio o in corso", chairisce il ct. "In quel ruolo, oltre a De Rossi che ha fatto una grande partita, c'è anche Pirlo. Verratti lo vedo più centrocampista centrale. Più che una squadra speciale ho avuto uomini speciali, l'importante è continuare, lavorando si possono fare delle buone cose".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata