Conte: Juve su strada giusta, a Catania per vincere

Torino , 24 set. (LaPresse) - "Andremo per fare la nostra partita e per cercare di vincere. Lo stesso farà il Catania e vedremo alla fine chi sarà il più bravo". Lo ha detto Antonio Conte nella conferenza stampa alla vigilia della partita di campionato tra Catania e Juventus. "Per noi non deve cambiare niente, in casa o trasferta la mentalità deve essere sempre quella di giocare meglio degli avversari. A Catania - prosegue - ci saranno i rischi di ogni singola partita, dipende tutto da noi, da come vogliamo affrontare la partita e da come scenderemo in campo".

Tracciando un piccolo bilancio delle prime tre gare, Conte dichiara: "Finora sono stato accontentato, i ragazzi hanno sempre interpretato le gare nel modo giusto. Anche con il Bologna ho visto una squadra, soprattutto nel secondo tempo quando abbiamo giocato in 10. Ho visto rientrare tutti delusi negli spogliatoi e questo fa loro onore, se sentono questo vuol dire che siamo sulla strada giusta".

Il tecnico della Juventus sottolinea come questo sia "un campionato che dimostra come non ci sia niente di scontato contro nessuno, bisogna fare attenzione, i punti sono pesanti e si devono fare contro chiunque, perchè alla fine conteranno". Contro gli etnei non ci sarà Mirko Vucinic per squalifica. "Se ho parlato con lui? Io ho parlato alla squadra, analizzato le cose positive e negative relative alla partita contro il Bologna".

"La formazione? La mia idea è sempre quella di schierare la formazione migliore per ottenere un risultato positivo", aggiunge Conte. "La rosa è tutta a disposizione - aggiunge - se ritengo che un giocatore non impiegato fin qui lo vedo bene inserito nei meccanismo posso anche farlo giocare dall'inizio, altrimenti rimarrà a chilometri zero".

Parlando dell'andamento del campionato, Conte spiega: "La vittoria di Siena è stata sottovalutata all'inizio, forse rivalutata dopo la loro gara contro la Roma. Sappiamo che dobbiamo ancor migliorare in tante cose, sono solo due mesi e mezzi che stiamo lavorando insieme".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata