Conte carica la Juve: Basta parole, è ora di fare i fatti

Torino , 10 set. (LaPresse) - "La squadra è pronta per il campionato ma non mi ha fatto piacere avere tre quarti dei giocatori in nazionale". Così Antonio Conte nella conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Parma di campionato. "Sappiamo bene che abbiamo dei margini di miglioramento sui cui dobbiamo lavorare. Vogliamo tornare competitivi il prima possibile e da parte nostra grande voglia" aggiunge il tecnico. "Basta parole ora bisogna fare i fatti", dichiara ancora Conte.

Conte è carico come una molla per il suo esordio ufficiale sulla panchina bianconera. Una panchina speciale, soprattutto per lui: "Inutile nasconderselo, non sarà come le altre volte. Già giovedì sera mi sono emozionato tantissimo e lo stesso accadrà domenica. Sarò anche bello lucido però, questo sia chiaro".

Poi si passa a parlare della gara di domani e di chi scenderà in campo. "Al momento della formazione terrò conto sicuramente di chi si è allenato di più con la squadra. Giocatori nuovi come Elia ed Estigarribia li ho visti solo per due-tre giorni per i vari impegni con le Nazionali", dichiara Conte. "A livello medico i giocatori sono tutti a disposizione, Krasic e Vucinic però sono da valutare. Solo ieri sono tornati a disposizione", ha aggiunto. Poi Conte ha spiegato che "secondo il mio modo di vedere le partite si vincono soprattutto grazie a chi entra dalla panchina. Per cui niente polemiche, perchè vedrete che chi entrerà in corso d'opera sarà spesso determinante".

"Affrontiamo un Parma che nelle ultime tre partite ha sempre vinto contro la Juventus, per cui drizziamo bene le antenne e iniziamo alla grande fin da domani", prosegue Conte nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match di esordio in campionato. Conte non si è sbilanciato sulla formazione, soprattutto per il reparto avanzato. "In attacco abbiamo una certa abbondanza, la scelta degli titolari è ancora un rebus", spiega Conte. "Se ci sarà Del Piero? Una domanda fatta praticamente a ogni allenatore della Juventus", scherza il tecnico bianconero.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata