Conte: Buona Juve, ma Napoli sarà avversario duro. Matri? Le mie erano riflessioni

Torino, 31 ago. (LaPresse) - "Vincere un'altra volta e rifilare quattro gol alla Lazio sicuramente è indice di una condizione che sta crescendo. Stiamo smaltendo i carichi di lavoro del ritiro, siamo partiti col piede giusto". Così Antonio Conte commenta ai microfoni di Sky Sport la netta vittoria della Juventus contro la Lazio. "Sono contento perchè l'avversario di oggi era ostico e ci ha sempre fatto penare. Una vittoria che ci dà fiducia ma dobbiamo ricordare di non far calare mai la tensione", avverte il tecnico bianconero. Inevitabile tornare sulle dichiarazioni di ieri dopo la partenza di Matri e la replica oggi di Marotta. "Nessun mal di pancia, nè niente. Solo delle riflessioni. Volevo dire quello che ho detto, ho fatto delle riflessioni e c'è chi può essere d'accordo o meno. Concentriamoci solo sul campionato perchè la concorrenza del Napoli sarà molto molto dura". Conte riesce comunque a trovare anche qualcosa che non è andata al meglio questa sera: "Siamo partiti molto forte, con 25 minuti spettacolari. Sul 2-0, dopo il secondo gol, abbiamo frenato. In mezzo al campo non siamo stati più aggressivi e la Lazio è arrivata spesso al tiro da fuori area con percussioni centrali, l'unico modo in cui poteva impensierirci stasera".

Per quanto riguarda l'organizzazione di gioco della sua Juventus, Conte spiega: "Noi in fase di possesso siamo una squadra che crea diverse difficoltà agli avversari, è inevitabile che quando utilizzi tanti giocatori in ampiezza in fase offensiva, l'avversario ti può giocare sulle ripartenze. Oggi siamo stati bravi ma possiamo ancora migliorare. Per il tecnico juventino "la pressione dei centrocampisti in certi momenti non è stata intensa". Per la terza partita di fila tra Supercoppa e campionato Conte ha schierato la stessa formazione, con la Champions alle porte è possibile prevedere un turnover. "Squadra che vince non si cambia - replica secco - quindi ripropongo sempre gli stessi. Abbiamo avuto l'opportunità di lavorare sempre in settimana ed ho voluto schierare gli undici che ritenevo migliori. Poi con l'accavallarsi degli impegni è inevitabile che ci sarà un turnover in tutte le zone del campo". Infine tornando sul mercato, Conte conferma la imminente cessione del giovane Marrone. "Mi ha saluto quindi parte, ma non mi ha detto dove va".

"I due lanci per i gol? Sono cose che proviamo durante la settimana. Di sinistro mi è andata bene, di destro già lo avevo fatto nella partita scudetto, a Trieste, con il Cagliari, quindi è un remake". Così Leonardo Bonucci commenta i suoi due assist nella vittoria della partita tra la Juventus e la Lazio. "Questa è la Juve che vuole Conte, soprattutto nei primi 25 minuti. Poi, dopo il 2-0, abbiamo abbassato un po' la guardia, siamo calati di ritmo e abbiamo preso gol. Nel secondo tempo siamo rientrati - spiega - e abbiamo sfruttato di nuovo un taglio di Vucinic per riportarci a due gol di vantaggio, poi con l'espulsione di Hernanes abbiamo un po' abbassato la tensione, però siamo stati bravi a chiudere la partita con il quarto gol".

Quindi Bonucci ribadisce in riferimento alla Lazio: "Abbiamo giocato due grandissime partite. Stasera abbiamo costruito dall'inizio alla fine, si è visto che la Juve sul campo è più forte della Lazio". Nella rabbia messa in campo stasera sembrava ci fosse qualcosa che derivava dalla conferenza stampa pre partita di Conte dopo la cessione di Matri. "No, è la solita rabbia che contraddistingue da due anni a questa parte la Juventus. La conferenza stampa del mister avrà avuto i suoi perché, ma sicuramente si sarà parlato con la società. Non sta a noi giudicare certe parole del mister", conclude Bonucci.

"Pogba vale 200 milioni? Non dico niente, penso solo al campo. Voglio solo fare bene, penso solo alla Juve". Paul Pogba dribbla a Sky Sport le domande sulla sua valutazione dopo la vittoria della Juventus contro la Lazio. Il centrocampista francese è consapevole della sua forza, ma sul futuro frena: "Spero di continuare così, con questa squadra. C'è la fiducia di tutti i giocatori, di tutto lo staff, quindi sono contento. È un piacere giocare con loro". Per Pogba questa è "una grande squadra, una grande Juve, dobbiamo continuare così". Infine sull'assist a Vidal: "Sono fortunato, abbiamo fatto gol. Sono contento per l'assist e per la vittoria".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata