Coni vara codice etico, stop a Lotito e Preziosi

Roma, 2 feb. (LaPresse) - Il Coni ha varato oggi, dopo Giunta e Consiglio, il nuovo 'codice etico'. Tra le nuove regole, approvate all'unanimità, anche la sospensione automatica, in via cautelare, dei dirigenti di Coni, Federazioni e Lega, condannati anche solo in primo grado, senza attendere l'Appello. La norma è immediatamente esecutiva ed ha validità retroattiva. Tra i reati presi in considerazione ci sono, tra l'altro, 'delitti contro il patrimonio', 'prostituzione', 'fallimento' e 'scommesse clandestine'. Stop, quindi, a Claudio Lotito, Antonio Morzenti, ex presidente della Fisi, ed Enrico Preziosi, indicato per la vicepresidenza della Lega di A e condannato in via definitiva. Il patron della Lazio, invece, non potrà quindi far parte del prossimo Consiglio federale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata