Coni, Malagò: Vezzali delegata governo a sport? Ne saremmo felici

Roma, 17 lug. (LaPresse) - Dopo il passaggio di Graziano Delrio ex sottosegretario con delega allo sport al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il mondo dello sport attende ancora un nuovo referente specifico a livello governativo. Le voci vorrebbero che in pole position per il ruolo ci sia Valentina Vezzali, campionessa olimpica di scherma e deputato di Scelta civica: "È chiaro che con una così del nostro mondo, noi saremmo molto felici - dice - Ho visto Valentina ieri (ai Mondiali di scherma a Mosca, ndr), abbiamo scherzato anche di questo".

Secondo il presidente del Comitato olimpico comunque, l'importante: "è che questa persona abbia un'attenzione e sensibilità particolare sul nostro mondo. Oggi più che mai ci mettiamo a disposizione sempre per lavorare al meglio e non abbiamo preclusioni su nessuno". La decisione a riguardo dovrebbe essere imminente: "I miei rumors dicono che ci sono delle buone possibilità che il 21 luglio il governo prenda delle decisioni - rivela - non sarà solo una decisione legata al tema dello Sport, ma ad altre situazioni che oggi sono in via di definizione. Credo che ci sia un tema di equilibri politici, di maggioranza. Noi stiamo chiedendo che il prima possibile questa casella venga individuata".

"Sono due anni che ne stiamo parlando con i nostri interlocutori nella commissione Cultura del Senato. Si sa benissimo che c'era una volontà politica di dare un limite ai mandati". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in merito all'emendamento approvato ieri dalla commissione Cultura del Senato che fissa il limite dei due mandati per i dirigenti del Comitato olimpico e delle altre federazioni. "C'è stata la volontà, la disponibilità e anche un preciso impegno di far partire questi due mandati dal prossimo quadriennio - aggiunge Malagò - quando questa legge concluderà il suo iter non lo so dire, ma non è una sorpresa perché i presidenti conoscevano i termini della vicenda. Adesso staremo a vedere come si evolverà la situazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata