Coni, Malagò a Mattarella: Grazie per amicizia e vicinanza

Roma, 16 dic. (LaPresse) - "Signor presidente, siamo impegnati in una lunga corsa fino al 5 agosto, giorno in cui inizieranno i Giochi di Rio de Janeiro. La ringrazio per quanto ci è vicino e perché ogni volta che un atleta fa suonare l'Inno di Mameli ed issare sul pennone il tricolore lei immancabilmente mi telefono facendomi sentire amicizia, vicinanza e competenza e non ha idea di quanto questo sia importante per tutti questi ragazzi". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò al Quirinale dove una folta rappresentanza di atlete e atleti che nel 2015 hanno conquistato medaglie ai Campionati Mondiali di discipline olimpiche, ai Campioni del Mondo Paralimpici e - per la prima volta - una rappresentanza di Campioni Mondiali di sport e discipline non olimpiche è stata ricevuta dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

"Questo è un momento abbastanza particolare in positivo per il nostro mondo - dice ancora Malagò - l'Italia in una speciale classifica di tutti i tempi è al quinto posto nel ranking olimpico e c'è una grande positività che accompagna il nostro movimento fatta di credibilità ed eventi che saranno organizzati in Italia, il mondiale di volley maschile, il mondiale di sci alpino e la straordinaria vittoria dell'organizzazione della Ryder Cup 2022".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata