Coni, Giovanni Malagò una vita tra sport e imprenditoria

Roma, 19 feb. (LaPresse) - Il nuovo presidente del Coni Giovanni Malagò è nato a Roma, dove risiede, il 13 marzo del 1959. E' padre di due figlie gemelle Vittoria e Ludovica, è laureato in Economia e Commercio. Da sempre legato al mondo dello sport, è stato giocatore di calcio a 5, 3 volte campione d' Italia con la Roma RCB. Ha vinto anche 4 volte la Coppa Italia sempre di calcio a 5, di cui 2 con il Circolo Aniene. Nel 1986 ha partecipato con la Nazionale Italiana al Mondiale di calcio a 5 in Brasile. E' Atleta azzurro d'Italia. Smessi le parti dell'atleta ha intrapreso la carriera di imprenditore. Malagò è attualmente amministratore delegato e socio del Gruppo Sa.Mo.Car. Spa, presidente, amministratore delegato e socio della Samofin Spa, società di partecipazioni. E' presidente e socio al 50% della Mo.Ma. Italia Srl. Dal 2002 al 2008 è stato consigliere di amministrazione di Air One Spa.

Dal 2002 al 2010 è stato consigliere di amministrazione di Banca di Roma e successivamente di Unicredit. Tra le tante altre cariche ricoperte, dal 2003 consigliere di amministrazione dell'Auditorium - Parco della Musica di Roma. Dal 2008 azionista di minoranza di Banca Finnat. Dal 2008 Advisor per l'Italia di HSBC, prima banca privata del mondo. Nel 2009 membro del Comitato di Esperti Made in Italy - Ministero dello Sviluppo Economico. Dal 2011 membro dell'Advisory Board di Agenda Sant'Egidio. Dal 2008 amministratore delegato e socio al 50% di GL Investimenti. Malagò è molto attivo anche nella solidarietà, dal 2002 è promotore e consigliere dell'Associazione 'Amici dell'Ospedale Bambino Gesu' ONLUS'.

Per quanto riguarda l'attività di dirigente sportivo, Giovanni Malagà dal 1997 è presidente del Circolo Canottieri Aniene, uno dei più antichi d'Italia. Sempre nel 1997 diventa presidente del Comitato Organizzatore del Cinquantenario della Ferrari, poi è consigliere delegato FIGC per i '100 anni' della Federazione e responsabile del Comitato d'Onore e delle Relazioni Esterne per la cancidatura di Roma alle Olimpiadi del 2004. Dal 1998 al '99 è presidente del comitato organizzatore degli Internazionali d'Italia di tennis. Nel 2000-2001 è presidente della Virtus Pallacanestro Roma.

Dal 2001 al 2003 e poi di nuovo dal 2009 è membro della Giunta Esecutiva del Coni. Nel 2003 Malagò diventa coordinatore del comitato di 'Sport per Tutti' promosso dal Cio e dal Coni. Nel 2005 è presidente del comitato organizzatore degli Europei di pallavolo. Nel 2009 è il presidente del comitato organizzatore dei Mondiali di nuoto di Roma. Nel 2006 è nominato cavaliere dell'A.S. Roma e nel 2007 consigliere delegato del comitato organizzatore Mondiali 2010 di pallavolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata