Confederations Cup, Spagna senza pietà: 10-0 a Tahiti, è semifinale

Rio de Janeiro (Brasile), 20 giu. (LaPresse) - Spagna spietata. I campioni del mondo e d'Europa in carica non hanno pietà di Tahiti, travolta 10-0 nel secondo incontro del gruppo B di Confederations Cup. Troppo netto il divario in campo tra le due nazionali e vittoria mai in discussione, come nelle previsioni della vigilia. Nella suggestiva cornice del Maracanà brillano le stelle di Torres, autore di un poker, e di Villa, a segno con una tripletta. Ma per gli uomini di Del Bosque si è trattato, davvero, di poco più di un allenamento: tante reti, per la gioia del pubblico, e divertimento contro una squadra arrivata in Brasile sicuramente senza troppe pretese. Il traguardo semifinale viene raggiunto senza problemi, mentre gli isolani, ai quali certamente va il premio simpatia, incassano un altro passivo pesantissimo dopo il 6-1 rifilato dalla Nigeria nella gara di apertura.

La difesa di Tahiti regge appena 5 minuti: tanto basta a Torres per battere con un preciso destro Roche dopo una triangolazione con Mata. Gli isolani non si abbattono, anzi in maniera spavalda alzano la difesa favorendo però le micidiali ripartenze delle Furie Rosse. E il raddoppio dei campioni del mondo arriva dopo la mezz'ora: è il 31' quando Villa serve Silva che non ha problemi ad insaccare il 2-0. E il tris non si fa attendere: passano due minuti e ancora Torres, scattato in posizione regolare, batte il portiere di Tahiti in uscita ed insacca a porta vuota. Prima dell'intervallo c'è ancora il tempo per la rete di Villa che vale il poker: 'El Guaje' riceve da Silva e trafigge ancora una volta Roche (39'). Del Bosque assiste placido in panchina e al rientro lascia in panchina Ramos per Jesus Navas.

Il copione non cambia: al 4' è 'manita' per la Spagna e doppietta di Villa. Torres ha ancora fame e insacca da centro area su invito di Jesus Navas (12'), sette minuti dopo è di nuovo il turno di Villa che approfitta di un'indecisione di Roche. L'8-0 è firmato dal destro vincente di Mata (21'). Proprio l'esterno del Chelsea lascia spazio a Fabregas, poi è Iniesta a dare il cambio a Cazorla. Il destino della gara però è ormai saldamente in archivio. La 'Roja' può persino permettersi il lusso di sbagliare al 33' un rigore con Torres (concesso per mano di Aitamai su cross di Navas), ma lo stesso 'Nino' si riscatta scattando sul lancio di Albiol e battendo, per l'ennesima volta, il povero portiere di Tahiti. E' poker per l'attaccante del Chelsea. Ma la squadra di Del Bosque è senza pietà: Silva non si accontenta e di sinistro firma la doppietta personale e il 10-0 delle Furie Rosse. Fine dello show.

SPAGNA-TAHITI 10-0

MARCATORI: pt 5' Torres, 31' Silva, 33' Torres, 39' Silva; st 4' Villa, 12' Torres, 19' Villa, 21' Mata, 33' Torres, 44' Silva.

SPAGNA: Reina; Azpilicueta, Albiol, Sergio Ramos (1' st Navas), Monreal; Cazorla (31' st Iniesta), Javi Martinez, David Silva; Mata (24' st Fabregas), Torres, Villa. A disposizione: Casillas, Arbeloa, Piqué, Xavi, Pedro, Soldado, Jordi Alba, Busquets, Valdes. All. Del Bosque.

TAHITI: Roche; Aitamai, Ludivion, Vallara, J. Tehau, Lemaire (29' st Vero); Vahirua, Bourebare (24' st L. Tehau), Caroine, Chong Hue; A. Tehau (8' st T. Tehau). A disposizione: Roche, Meriel, Faatiarau, Aroita, Tihoni, Hnanyine, Atani, Simon. All. Etaeta.

ARBITRO: Haimoudi (Algeria).

NOTE: ammonito Cazorla (S). Al 33' st Torres ha sbagliato un calcio di rigore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata