Confederations Cup, Prandelli: Italia generosa. Buffon: Rigori parati? Critiche umilianti

Salvador (Brasile), 30 giu. (LaPresse) - "Abbiamo dimostrato un grande carattere, giocare una partita così il 30 di giugno dopo una stagione come questa". Lo ha detto Cesare Prandelli ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria dell'Italia nella finale terzo e quarto posto della Confederations Cup contro l'Uruguay. "I ragazzi sono stati generosi e anche di più", ha aggiunto. Per il ct è il momento di fare un bilancio dell'avventura italiana: "Abbimao giocato delle buone partite, siamo cresciuti in continuità. Oggi abbiamo fatto un buon primo tempo, poi dopo avevamo tanti problemi e per la prima volta non sapevo cosa fare perchè in otto mi chiedevano il cambio".

L'arma vincente di questa Italia, per Prandelli, è stata "il carattere. Abbiamo sofferto, siamo rimasti in paritta e alla fine siamo stati premiati". Protagonista Buffon, un riscatto per il nostro portiere dopo la sconfitta contro la Spagna ai rigori: "Non para rigori? In Italia si dicono tante fesserie e anche questo. I rigori si parano o non si parano, il propblema è che tante volte dai per scontato che è tutto facile. Higi ha dimostrato grande attaccamento alla maglia".

"L'Italia ha dimostrato un grande orgoglio da parte di tutti, perchè oggi è stata veramente dura". Così invece Gigi Buffon commenta ai microfoni della Rai la vittoria dell'Italia nella finale terzo e quarto posto della Confederations Cup contro l'Uruguay. "Abbiamo avuto un grande carattere, abbiamo sofferto molto e abbiamo combattuto fino alla fine", ha aggiunto il capitano azzurro. Un Buffon protagonista nella lotteria dei rigori con tre tiri parati. "Visto che ai compagni non ero riuscito a regalare una gioia contro la Spagna, gliel'ho regalata oggi seppur in maniera tardiva".

Italia che esce comunque a testa alta da questa manifestazione: "Sarebbe stato un peccato non vincere, perchè arrivare dopo due giorni era difficile. Ci abbiamo messo lo spirito giusto e onorato la maglia nel modo migliore". Quella di oggi, infine, "è stata una partita che non fa testo, è un miracolo essere scesi in campo con due gambe e non a 4 zempte. E' già una grande cosa non aver perso".

"Riscatto verso chi dice che non paro i rigori? Certe critiche dopo la Spagna sinceramente mi umiliano. Non devo star qua a dire quanti rigori ho parato nella mia carriera. In nazionale sono andato cinque volte ai rigori e ho vinto tre volte. Non voglio entrare in questo gioco che mi infastidicsce, non è da me", ha aggiunto poco dopo Buffon a Sky.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata