Confederations Cup, Neymar show: Brasile soffre ma stende Messico 2-0

Fortaleza (Brasile), 19 giu. (LaPresse) - Il Brasile ha battuto 2-0 il Messico in un match valido per la seconda giornata del Gruppo A della Confederations Cup. Seleçao in vantaggio con un gol di Neymar al 9' del primo tempo, raddoppio di Jo al 46' della ripresa.

Con questo risultato la squadra di Felipe Scolari ha un piede e mezzo in semifinale, mentre con la seconda sconfitta di fila il Messico è praticamente già eliminato. Protagonista assoluto Neymar, autore di un gol, di un assist e di una serie di giocate che hanno fatto andare letteralmente in visibilio lo stadio Fortaleza. Brasile che ha sofferto non poco, comunque, contro una Tri che ha provato fino alla fine a pareggiare ma che ha pagato la scarsa concretezza in zona gol. Dopo un pomeriggio di guerriglia davanti allo stadio, all'ingresso in campo delle squadre è subito festa. Pronti via e il Brasile passa in vantaggio: cross di Dani Alves dalla destra deviato dal difensore messicano Rodriguez, arriva Neymar che con un sinistro al volo fulmina Corona per l'1-0. E' il 22° gol in 26 partite con la nazionale per la nuova stella del Barcellona. Inizio a 100 all'ora per i padroni di casa, il Messico sembra di non essere in grado di reggere l'urto. Seleçao pericolosa ancora con Dani Alves e con un sinistro di poco a lato di Neymar. La partita cambia poco prima della mezzora, con i messicani che iniziano a prendere fiducia e campo. La squadra di De la Torre sfiora il pari con Flores e chiude il primo tempo in forcing.

Inizio di ripresa ancora di marca verdeoro, con Neymer che libera Hulk solo davanti a Corona ma l'attaccante dello Zenit spara sull'esterno della rete. Passa un minuto e ancora una splendida accelerazione della superstar Neymar, che entrato in area prova il diagonale sfiorando il secondo palo. Il Brasile sembra poter disporre a suo piacimento dell'avversario, ma come nel primo tempo dopo la sfuriata iniziale il Messico viene fuori. Costretti a trovare il pareggio per evitare l'eliminiazione, i messicani crescono trascinati soprattutto dal neo entrato Barrera e da Torrado. Al quarto d'ora il Chicharito Hernandez vede una sua conclusione da due passi respinta da David Luiz. Negli ultimi venti minuti De La Torre schiera i suoi con un atteggiamento maggiormente offensivo, dimostrando di volersi giocare il tutto per tutto. Centroamericani ancora pericolosi con Salcido e con le sgroppate sulla destra di uno scatenato Barrera. Il Brasile soffre, ma nei minuti di recupero trova il gol che chiude la partita. Straordinaria giocata di Neymar, che con un gioco di prestigio passa in mezzo a due avversari, entra in area e serve al neo entrato Jo l'assist del più facile dei 2-0. Finisce con lo stadio di Fortaleza ai piedi di Neymar, ora tocca all'Italia affrontare il Giappone. Poi sabato la grande sfida tra gli Azzurri e la Seleçao.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata