Ciclismo, doping: Gavazzi positivo a cocaina, rischia stop a vita
Il ciclista aveva fallito il primo test nel 2004, mentre la seconda positività era stata riscontrata nel 2010

Il ciclista italiano Mattia Gavazzi è risultato positivo alla cocaina per la terza volta nella sua carriera. Lo riferisce in una nota l'Unione ciclistica internazionale. Ai sensi del regolamento UCI, la terza positività al doping significa che Gavazzi rischia ora una squalifica minima di otto anni o addirittura uno stop a vita.

Il 32enne ciclista dell' Amore&Vita-Selle SMP aveva fallito il primo test nel 2004 mentre era ancora un dilettante, mentre la seconda positività era stata riscontrata nel 2010. L'UCI ha detto che il campione di Gavazzi è stato raccolto il 10 luglio 2015. Proprio dopo il secondo test positivo, Gavazzi venne squalificato per sei anni. La pena venne ridotta di 2 anni e mezzo dal Coni dopo che l'atleta si decise a collaborare con le autorità anti-doping.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata