Ciclismo, campionessa tedesca Vogel: "Dopo incidente a 27 anni sono paraplegica"
In un'intervista ha rivelato che non ritroverà l'uso delle gambe

Kristina Vogel, campionessa olimpica nel 2012 e 2016, ha annunciato di essere paraplegica e che rimarrà su una sedia a rotelle in seguito al grave incidente dello scorso giugno avvenuto durante una sessione di allenamento. La 27enne tedesca, vincitrice di 11 titoli mondiali, si era scontrata a tutta velocità con un corridore olandese mentre si stava allenando al velodromo di Cottbus. La Vogel era stata operata urgentemente a Berlino. In un'intervista a Der Spiegel, l'atleta ha rivelato che non non ritroverà l'uso delle gambe.

"È uno schifo, non c'è altro modo di esprimerlo, non importa come lo dico: non posso camminare", ha spiegato. "Ma cosa dovrei fare? Io penso sempre che prima accettiamo una nuova situazione, prima possiamo farcela". Nell'intervista la tedesca ha raccontato che il suo midollo spinale è reciso a livello della settima vertebra. La Vogel ha perso ogni sensibilità nelle gambe: "Sento la mia pelle, ma non c'è reazione, le mie gambe non sentono il contatto, è difficile da descrivere. Se mi dedicherò allo sport paralimpico? Non so se voglio tornare un giorno all'attività agonistica e, eventualmente, in quale disciplina". "È bello - ha aggiunto - che possa prendermi del tempo. Per la prima volta nella mia vita, non ho niente da fare, voglio approfittare di questa situazione". Già campionessa olimpionica della velocità a squadre nel 2012, la tedesca si è aggiudicata il titolo individuale a Rio 2016.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata