Bettini
Bettini
Scatta il Trittico Lombardo su LaPresse.it

Sabato il via con la Coppa Agostoni – Giro delle Brianze, domenica tocca alla 101esima Coppa Bernocchi. Astana, Bahrain Merida e UAE Emirates le squadre da battere. Nazionale super con Viviani, Ciccone e Ganna protagonisti. Le dirette, dalle 15, su LaPresse.it

Si riparte. Dopo la pausa estiva il calendario del ciclismo italiano entra nel rettilineo finale con l’ultimo, intenso, mese di gare. Ad aprire un ciclo che si concluderà, come da tradizione, con Il Lombardia, saranno la 73a Coppa Agostoni – Giro delle Brianze e la 101a Coppa Bernocchi, prima e seconda tappa del Trittico Lombardo (dirette dalle 15 di sabato 14 e domenica 15 settembre su LaPresse.it). Tre le squadre del World Tour al via: Astana, UAE Emirates e Bahrain Merida con le italiane Androni Giocattoli, Bardiani CSF e Neri KTM poco dietro sulla griglia di partenza, a caccia di punti importanti per la Ciclismo Cup che assegnerà lo Scudetto. Gli occhi di tutti saranno però, per la Nazionale che si presenta con tre assi per la due giorni lombarda.

I PROTAGONISTI – In attesa di svelare i nomi scelti per il Mondiale su strada dello Yorkshire, il Commissario Tecnico, Davide Cassani, ha deciso di portare in Lombardia: Elia Viviani, Giulio Ciccone e Filippo Ganna. Per il neocampione europeo sarà una delle ultime gare della stagione dato che il percorso inglese non è adatto alle sue caratteristiche e, dopo un’altra annata eccellente dal punto di vista dei risultati, è stato lo stesso Viviani a smarcarsi dicendo di non essere “Superman”. Proprio non dovendo gestire le forze in vista di un evento così importante, il veronese potrà spingere al massimo per portare a casa una volata.

Discorso simile ma con caratteristiche molto diverse per Giulio Ciccone, maglia azzurra dell’ultimo Giro d’Italia e protagonista al Tour. Anche l’abruzzese non dovrebbe rientrare nei convocati per il Mondiale ma proverà a sfruttare le salite più dure per andare in fuga, portare a casa la terza vittoria stagionale nell’anno della consacrazione e convincere Cassani. Ambizione diversa per Filippo Ganna, velocista puro, che molto probabilmente al Mondiale ci sarà, per la gara a cronometro. Agostoni e Bernocchi saranno quindi fondamentali per migliorare la preparazione e arrivare pronto all’appuntamento inglese. Oltre al tris d’assi azzurro, gli altri favoriti al via saranno: Alexey Lutsenko (Astana), Aleksiandr Riabushenko e Simone Consonni (UAE Emirates), Niccolò Bonifazio (Total-Direct Energie), Andrea Pasqualon (Wanty-Gobert), Giovanni Visconti (Neri KTM) e Fausto Masnada (Androni Giocattoli). Grandi assenti della due giorni in Lombardia saranno Gianni Moscon (Team Ineos) e Sonny Colbrelli (Bahrain Merida), vincitori delle edizioni 2018, impegnati in Inghilterra e Canada con le rispettive squadre.

I PERCORSI – Lunghezza quasi identica, 200 chilometri circa, e tracciati simili. La Coppa Agostoni partirà da Lissone e tornerà nella città brianzola dopo aver affrontato un circuito di 24 chilometri con tre salite che oscillano tra il 6% e il 7% di pendenza media. Sarà la fase decisiva della gara dove gli scalatori proveranno a fare il vuoto e i velocisti tenteranno di non perdere troppo terreno per recuperare e sfidarsi allo sprint. Partenza e arrivo coincideranno anche per la Bernocchi, con la bandiera a scacchi piazzata a Legnano. Dopo un primo, lungo, tratto pianeggiante, i ciclisti entreranno nel circuito della Valle Olona e affronteranno il “Piccolo Stelvio” e il Gran Premio della Montagna di Morazzone dove si farà selezione in vista del finale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata