Ciclismo, Adriatica Ionica Race: Hodeg si prende tappa e maglia a Grado
Ciclismo, Adriatica Ionica Race: Hodeg si prende tappa e maglia a Grado

Podio dominato dalla Deceuninck con il colombiano che ha battuto in volata i compagni di squadra Senechal e Gilbert. Quarto Modolo, migliore tra gli italiani, fuori dai primi cento Cavendish. Domani si sale sulle Alpi, per la terza giornata, con arrivo al Lago di Misurina

Sporchi, veloci e vincenti. I ciclisti della Deceuninck - Quick Step fanno man bassa nella seconda tappa dell’Adriatica Ionica Race e occupano il podio di Grado con una volata più simile a una crono a squadre nel finale che non a una gara in linea. Primo Alvaro Hodeg, specialista colombiano della velocità, secondo nella prima tappa della corsa ideata da Moreno Argentin. Dietro di lui il francese Florian Senechal e il belga Philippe Gilbert, grande favorito di questa edizione dell’Adriatica Ionica Race. Neanche i 23 chilometri di sterrato sparsi sul percorso e le cadute di Hodeg, Gilbert ed Evenepoel hanno fermato il treno blu della squadra belga, sempre davanti quando si trattava di tirare il gruppo, per poi staccarlo, con i migliori, nel penultimo tratto di strade bianche, anche se sarebbe meglio dire marroni visto lo strato di fango con cui si sono presentati i ciclisti all’arrivo.

Insieme ai tre saliti sul podio, altri venti si sono giocati la volata finale, senza riuscire a strappare neanche una posizione alla Deceuninck. Il migliore degli “altri” è stato Sacha Modolo (Education First) che regala all’Italia il secondo quarto posto della corsa dopo quello di Martinelli nella prima tappa. Lontanissimo dal podio, fuori dai primi cento, Mark Cavendish (Dimension Data), arrivato in Veneto per dimostrare che avrebbe meritato una convocazione per il Tour de France ma deludente nelle prime due tappe dell’AIR. Per cercare un successo che gli manca dal Tour di Dubai del 2018, il britannico dovrà aspettare l’ultima giornata visto che domani la corsa salirà sulle Alpi con la tappa più lunga e dura dell’Adriatica Ionica: 205 chilometri dedicati agli scalatori (dalle 18:00 su LaPresse). La partenza sarà da Palmanova, in Friuli Venezia Giulia, l’arrivo al Lago di Misurina, sotto le Tre Cime di Lavaredo, in mezzo il Gran Premio della Montagna di prima categoria della Sella Ciampigotto.

ORDINE D'ARRIVO SECONDA TAPPA

1. Alvaro Hodeg (Deceuninck Quick Step)
2. Florian Senechal (Deceuninck Quick Step)
3. Phililippe Gilbert (Deceuninck Quick Step)
4. Sacha Modolo (EF Education First)
5. Sjoerd Van Ginneken (Roompot Charles)
6. Heinrich Haussler (Bahrain Merida)
7. Marco Canola (Nippo Fantini)
8. Rui Oliveira (UAE Emirates)
9. Jordi Warlop (Sport Vlaanderen)
10. Dmitry Gruzdev (Astana)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata