Twila Federica Muzzi e Sportfair
Twila Federica Muzzi e Sportfair
Campionato italiano donne: Cavalli, Paternoster e Bastianelli a caccia del tricolore

A due settimane dalla fine del Giro Rosa, le migliori cicliste italiane tornano in sella per il titolo Nazionale. Percorso lungo e con poche salite che favorirà le velociste in gara. Dalle 19 di domenica su LaPresse

Domenica 28 luglio nella provincia di Teramo, in Abruzzo, si assegnerà il Campionato italiano femminile di ciclismo su strada (dalle 19:00 su LaPresse). A un anno dal successo di Marta Cavalli, tutte le migliori si sfideranno per la maglia tricolore, vinta meno di un mese fa da Davide Formolo tra gli uomini, grazie a una fuga vincente. Una tattica che difficilmente premierà le protagoniste di domenica visto il percorso che dovrebbe privilegiare le velociste con poche salite dove sarà possibile staccare il gruppo. A fare la differenza saranno il passo di gara sui 140 chilometri previsti, le condizioni metereologiche e, soprattutto, la volata finale.

Elisa Longo Borghini, già bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016, sarebbe la favorita d'obbligo ma proprio le caratteristiche del tracciato rischiano di limitare la piemontese che proverà ad avvantaggiarsi nei giri finali del circuito disegnato dall'ASD Vomano Bike, quando le protagoniste passeranno dal breve ma durissimo muro di via della Cappelletta: 350 metri con una pendenza massima del 16%. Su quella salita potrebbero attaccare la Longo Borghini, così come le altre scalatrici in gara. In un più probabile sprint finale, toccherà alle velociste giocarsi la maglia tricolore: dalla Cavalli, campionessa in carica, a Letizia Paternoster passando per Elena Cecchini, Martina Fidanza e Vittoria Guazzini. Meno adatte alla velocità ma ugualmente competitive, non si possono escludere Soraya Paladin, protagonista di un ottimo Giro d'Italia femminile, e Marta Bastianelli, campionessa europea in carica, che ha saltato la Corsa Rosa per alcuni problemi fisici e per presentarsi al meglio ai Campionati italiani che ha contribuito a organizzare.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata