Champions League, Ribery-Gotze: Roma sconfitta ancora dal Bayern, ma resta seconda

Monaco di Baviera (Germania), 5 nov. (LaPresse) - La Roma incassa un'altra sconfitta contro il Bayern Monaco, anche se non è la serata incubo dell'Olimpico. Quindici giorni dopo il 7-1 che ancora infesta gli incubi dei tifosi giallorossi, la squadra di Garcia esce dall'Allianz Arena di Monaco con 'sole' due reti al passivo ma con una prestazione decisamente più dignitosa. Anche se la squadra di Guardiola, che si impone con una rete per tempo con Ribery e Gotze, domina sostanzialmente la partita ribadendo la netta superiorità nei confronti dei capitolini. Il Bayern vola agli ottavi con due giornate di anticipo, ma la Roma resta seconda ed ancora in corsa grazie all'imprevista sconfitta del Manchester City in casa con il Cska Mosca.

Rivoluzione per Garcia, che opta per il tridente Florenzi-Destro-Iturbe in campo dal primo minuto e manda Totti, Pjanic e Gervinho in panchina. In difesa, dal 1', c'è Torosidis sulla destra mentre a sorpresa l'allenatore giallorosso schiera in porta Skorupski preferendolo, altra sorpresa, a De Sanctis. In casa Bayern, Guardiola deve fare a meno dell'influenzato Robben e dà fiducia a Gotze. Muller parte dalla panchina. La Roma parte bene e prova a tenere a bada i tedeschi con il pressing. Gradualmente però i padroni di casa guadagnano terreno e si impossessano del gioco. Il primo vero brivido per i giallorossi arriva a metà frazione con una conclusione di Gotze dal limite sulla quale Skorupski risponde 'presente'. Il portiere è attento anche sulla successivo destro dalla distanza di Lahm. Il Bayern preme sull'acceleratore ma senza esagerare e il fortino giallorosso è ordinato e regge. Fino al 38', quando Alaba, tra i più attivi dell'orchestra di Guardiola, fa terra bruciata sulla fascia sinistra prima di mettere in area per Ribery: il destro chirurgico del francese non lascia scampo a Skorupski. 1-0. La risposta di Garcia è nell'inserimento di Cole ad inizio ripresa, fuori Holebas. Ma il copione non cambia, visto che i giallorossi mostrano enormi difficoltà nell'imbastire una manovra efficace. Al contrario del Bayern: lo scatenato Alaba sfiora il raddoppio con un'incornata che non inquadra lo specchio. Roma anche sfortunata al 13', con Florenzi, tra i migliori della sua squadra, costretto ad uscire anzitempo per problemi falla caviglia destra: lo rileva Pjanic. Poco dopo è il grande ex Benatia a spaventare i giallorossi, ma il marocchino non sfrutta la respinta di Skorupski su Lahm.

Ma la rete è nell'aria e a firmare il 2-0 è Gotze, servito da un assist al bacio di Lewandowski: il campione del mondo anticipa tutti e in spaccata insacca con un tocco morbido (19'). Il Bayern sfiora subito il tris con una conclusione di Lahm e con un'incornata di Lewandowski. Anche Ribery, smarcato da un tacco di Alaba, si rende pericoloso con un destro che si spegne sopra la traversa. Guardiola può permettersi il lusso di far rifiatare Xabi Alonso, rilevato da Shaqiri. Pochi istanti dopo Garcia si gioca la carta Gervinho, fuori Iturbe. La Roma coraggiosamente ci prova, ma deve fare i conti con super Neuer: il portiere salva su Gervinho e poi è semplicemente prodigioso nel deviare in tuffo la gran botta di Nainggolan. C'è ancora tempo per un'occasione Bayern con Shaqiri che spara il sinistro dal limite ma non è perfetto nella mira. Applausi finali per capitan Lahm, che lascia spazio per Hojberg. Poi cala il sipario: il Bayern vola agli ottavi, ma la Roma resta in corsa.

BAYERN MONACO-ROMA 2-0

Marcatori: 37' Ribery, 19' st Gotze.

Bayern Monaco): Neuer; Benatia, Boateng, Alaba (36' st Rode); Rafinha, Lahm (43' st Hojbjerg), Xabi Alonso (27' st Shaqiri), Bernat; Goetze, Lewandowski, Ribery. A disposizione: Zingerle, Dante, Mueller. All. Guardiola.

Roma: Skorupski; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas (1' st Cole); Keita, De Rossi, Nainggolan; Florenzi (13' st Pjanic), Destro, Iturbe (29' st Gervinho). A disposizione: De Sanctis, Somma, Totti, Ljajic. All.: Garcia.

Arbitro: Cakir (Tur).

Note. Ammoniti: Xabi Alonso (B).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata