Champions League: Porto ai quarti in scioltezza, 4-0 al Basilea

Oporto (Portogallo), 10 mar. (LaPresse) - Il Porto si conferma squadra sempre temibile ed entra ancora una volta tra le migliori otto in Europa qualificandosi ai quarti di finale di Champions League grazie al netto 4-0 con cui i portoghesi si sono imposti al 'Do Dragao' contro uno spento e spaesato Basilea, che non è riuscito a ripetere l'ottima prestazione dell'andata in Svizzera (1-1). Strada subito in discesa per i padroni di casa (privi della stella Jackson Martinez), in vantaggio al 14' grazie al preciso calcio di punizione di Brahimi. Due minuti dopo Casemiro tenta l'eurogol con una conclusione al volo quasi da centrocampo che termina di poco alta sopra la traversa. Attimi di paura al 20' per un brutto colpo preso in testa dal difensore Danilo, travolto dal proprio portiere Fabiano. Il giocatore è costretto a lasciare il campo in barella per poi essere trasportato immediatamente in ospedale. Al 33' Aboubakar va vicino al raddoppio con un tiro da fuori area che sfiora il palo. Nella ripresa la squadra di Lopetegui chiude il discorso qualificazione giocando 45' praticamente perfetti e segnando un gol più bello dell'altro. Al 2' Herrera firma il 2-0 con un tiro a giro dal limite dell'area su cui Vaclik non puù nulla. La reazione degli svizzeri è inesistente. E' così il Porto a fare la partita, gestendo bene il pallone senza correre particolari rischi. All'11' anzi arriva il tris con Casemiro, che disegna una traiettoria perfetta su calcio di punizione. Al 30' infine c'è gloria anche per Aboubakar, che realizza il terzo gol personale in Champions con un potente tiro da fuori area che termina la propria corsa alle spalle di Vaclik per il poker finale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata