Champions League: Monaco avanza agli ottavi, Liverpool fuori dopo pari con Basilea

Torino, 9 dic. (LaPresse) - Il Monaco vince 2-0 lo scontro diretto con lo Zenit San Pietroburgo e chiude al primo posto il gruppo C, scavalcando il Bayer Leverkusen, secondo, incapace di andare oltre lo 0-0 in casa del Benfica. La gara si decide nella mezz'ora finale: Abdennour al 18' di testa sblocca il risultato, Fabinho al 44' raddoppia con un rasoterra potente che trafigge Lodigin. Il pareggio tra Juventus e Atletico Madrid rende inutile il successo dell'Olympiakos sul Malmoe, arrivato con qualche difficoltà in più per i greci. Gli svedesi infatti hanno recuperato due volte i padroni di casa, per poi arrendersi nei cinque minuti finali per un tocco sotto misura di Mitroglu e un diagonale di Afellay dopo una percussione centrale di Kasami.

E' il Liverpool nel gruppo B la grande esclusa dagli ottavi di Champions. Per i 'reds', obbligati a vincere nell'ultimo turno contro il Basilea, le cose si mettono male quando al 25' un diagonale chirurcigo da fuori area di Frei porta avanti gli svizzeri. Nella ripresa al 15' Markovic si fa espellere, e agli inglesi, ancor privi di Mario Balotelli, non basta la rete siglata al 36' da capitan Gerrard. Nessun problema invece per il Real Madrid che passeggia in casa con il Ludogorets. Ronaldo apre le marcature su rigore al 20' dopo un fallo di mano di Marcelinho, Bale raddoppia al 38' di testa. Nella ripresa c'è spazio anche per le reti di Arbeloa e Medran. Nel gruppo D infine il Borussia Dortmund ottiene il punto necessario per chiudere al primo posto contro l'Anderlecht. Ciro Immobile con un gran gol da cannoniere d'area al 13' della ripresa sigla il vantaggio per i gialloneri, raggiunti al 39' da un incornata di testa di Mitrovic dopo una prolungata azione sulla destra di Vanden Borre. L'Arsenal, che travolge 4-1 il Galatasaray già fuori da tutto, deve così accontentarsi del secondo posto. Sugli scudi Ramsey e Podolski, autori di una doppietta per i Gunners. Di Sneijder su calcio di punizione il gol della bandiera per i turchi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata