Champions League, Llorente-Tevez stendono il Malmoe: la Juve 'vede' gli ottavi

Malmoe (Svezia), 26 nov. (LaPresse) - Dopo le sconfitte di Madrid e Atene, la Juventus centra a Malmoe il primo successo stagionale europeo in trasferta e vede più vicino il traguardo degli ottavi di finale di Champions League. Visto il trionfo dell'Atletico sull'Olympiakos, ai bianconeri basterà ottenere infatti un punto nell'ultima gara del girone proprio con la squadra di Simeone, già qualificata, per strappare il pass degli ottavi. Prestazione convincente quella della squadra di Allegri, che per la prima volta si presenta in Europa con il nuovo modulo e ottiene subito una vittoria importantissima in ottica passaggio del turno, magari non roboante nel risultato (2-0) ma meritata per la mole di gioco creata. E' di Fernando Llorente, criticato a inizio stagione ma nuovamente imprescindibile nello scacchiere tattico di Allegri, il colpo risolutore che consente alla Juventus di sbloccare la sfida. Nel finale è l'altro attaccante bianconero, Carlos Tevez, a mettere in cassaforte il risultato.

Rispetto all'undici capace di strapazzare la Lazio, Allegri opera una sola modifica, richiamando in panchina Pereyra e rilanciando dal 1' Arturo Vidal. E' proprio del cileno la prima palla gol della partita: poco dopo il 10' Lichsteiner scappa sulla fascia destra e crossa in mezzo servendo il centrocampista, che da posizione favorevole conclude centralmente facilitando la respinta di pugno di Olsen. Gli ospiti pur facendo la partita non riescono a trovare gli spazi giusti per far male. La squadra di Hareide infatti è molto accorta tatticamente e quando può tenta di ripartire in contropiede. Per rendersi pericolsa la Juve deve ricorrere al 'genioi di Pirlo, che al 28' serve in area Marchisio, che riesce solo a sfiorare il pallone che finisce tra le braccia del portiere. Ben più decisivo l'intervento dell'estremo difensore del Malmoe al 36' ancora su Marchisio, lanciato alla perfezione in profondità da Pirlo. Sul finire del primo tempo si fanno vedere anche i padroni di casa. Forsberg in contropiede prima spaventa Buffon ma da buona posizione mandando la sfera sull'esterno della rete, poi al termine di un'azione personale colpisce fuori d'esterno.

In avvio di ripresa la Juve parte subito fortissimo. Prima Marchisio prosegue il proprio duello con Olsen, poi è Vidal a cercare di servire Tevez che non arriva sul pallone per un soffio. La pressione aumenta e al 4' i bianconeri passano. Llorente fa tutto da solo involandosi in contropiede. La punta spagnola entra in area, salta il portiere in uscita e a porta vuota insacca. All'11' nuova palla gol per il solito Marchisio, che conclude ancora troppo centralmente. Al 20' il Malmoe mette il naso fuori a scalda i guantoni a Buffon grazie a un tiro di Adu. Con il passare dei minuti lo strapotere fisico in mezzo al campo degli ospiti emerge sempre più, ma i bianconeri peccano un po' di superficialità e mancano il colpo del ko. Al 26' Padoin affonda sulla sinistra e crossa per la testa di Llorente, che anticipa il diretto marcatore ma colpisce debolmente. Al 42' Tevez serve con un cross rasoterra il neoentrato Morata, che dall'area piccola a porta sguarnita colpisce incredibilmente la traversa. Un minuto dopo arriva comunque il raddoppio con un diagonale di Tevez servito in contropiede da Pogba. Johansson nel finale viene espulso per proteste e in pieno recupero Buffon con un bell'intervento sul primo palo nega la gioia del gol a Rosenberg. La Juve vince e resta così in corsa anche per il primo posto, che potrebbe arrivare in caso di successo con due gol di scarto con l'Atletico Madrid.

MALMOE-JUVENTUS 0-2

RETE: st 4' Llorente (J), 43' Tevez (J).

MALMOE: Olsen; Tinnerholm (40' st Rakip), Johansson, Helander, Ricardinho; Eriksson, Halsti, Adu, Forsberg; Kiese Thelin (25' st Cibicki), Rosenberg. A disp. Azinovic, Concha, Konate, Thern, Mehmeti. All. Hareide.

JUVENTUS: Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Padoin, Pogba, Pirlo, Marchisio (83' st Pereyra), Vidal, Tevez, Llorente (27' st Morata). A disp. Storari, Ogbonna, Evra, Coman, Giovinco. All. Allegri.

ARBITRO: Pedro Proença (Por).

NOTE: espulso Johansson (M) al 44' st per doppia ammonizione; ammoniti Olsen, Rosenberg (M), Pereyra, Morata (J).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata